Esami per Xherdan Shaqiri

Esami per Xherdan Shaqiri
Esami per Xherdan Shaqiri
-

Xherdan Shaqiri non era presente questo lunedì a San Gallo nel primo giorno del raduno della Nazionale prima degli Europei. Era a Basilea per sottoporsi agli esami dei polpacci.

Rientrato molto prima dagli Stati Uniti con l’accordo di Chicago che avrebbe potuto trattenerlo fino al 2 giugno, l’unico marcatore quest’anno della squadra svizzera è ancora una volta sofferente al polpaccio. ‘Siamo in attesa di conoscere l’esito di questi esami’, sottolinea Pierluigi Tami. Il direttore delle Nazionali precisa però che la presenza di Xherdan Shaqiri il prossimo mese in Germania non è in discussione.

Una sfortunata battuta d’arresto

Questa battuta d’arresto è, tuttavia, sfortunata. Soffrendo con il suo club che avrà tutte le difficoltà del mondo per evitare un’altra stagione senza play-off, Xherdan Shaqiri avrebbe avuto davvero bisogno di lavorare di più in allenamento per tornare in una condizione decente. Sembra difficile credere che il giocatore, che oggi ha 32 anni e mezzo, riuscirà a mettere insieme tre partite, contro Ungheria, Scozia e Germania, in otto giorni.

Diciotto giocatori di movimento e due portieri hanno partecipato al primo allenamento della squadra, che ha attirato 1.700 spettatori. Assenti come Xherdan Shaqiri, Breel Embolo e Denis Zakaria. Entrambi infortunati, i due giocatori del Monaco sono comunque arrivati ​​al ritiro del San Gallo. Naturalmente sono rimasti in custodia. Si ricorderà che la loro partecipazione all’euro rimane incerta.

“Non siamo in emergenza”

«Con loro faremo il punto ogni giorno – spiega Pierluigi Tami. Non siamo in un’emergenza per quanto li riguarda.’ Murat Yakin vuole portare in Germania una rosa di 24 giocatori. Con una lista di 26 giocatori autorizzati dalla UEFA, il tecnico ha un certo margine di manovra per gestire i casi di Basilea e Ginevra. L’idea è di selezionarli anche se non potranno giocare la/le prima/e partita/e.

Questa prima settimana è senza diversi giocatori che beneficiano di una settimana di riposo dopo una stagione faticosa, senza Gregor Kobel che sabato giocherà con il Dortmund la finale di Champions League e senza i tre giocatori del Lugan Renato Steffen, Uran Bislimi e Albian Hajdari convocati domenica giocherà la finale di Coppa di Svizzera contro il Servette FC.

La Svizzera giocherà due partite amichevoli prima della trasferta in Germania, il 4 giugno a Lucerna contro l’Estonia e l’8 giugno a San Gallo contro l’Austria. Murat Yakin dovrà consegnare la sua selezione finale il 7 giugno. Oggi comprende 38 nomi.

/ATS

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1