Aperta inchiesta dopo la rissa tra tifosi, danni fino a un milione di euro – Libération

Aperta inchiesta dopo la rissa tra tifosi, danni fino a un milione di euro – Libération
Aperta inchiesta dopo la rissa tra tifosi, danni fino a un milione di euro – Libération
-

Sabato, poco prima della finale della Coupe de France, sono scoppiati scontri tra i tifosi dei club parigino e di Lione a un casello autostradale dell’autostrada A1, provocando decine di feriti.

Un autobus carbonizzato, trenta sostenitori e otto poliziotti lievemente feriti. Prima della finale della Coppa di Francia di calcio, intorno alle 18, sono scoppiati scontri tra tifosi del PSG e dell’OL a un casello dell’autostrada A1 a Pas-de-Calais, a una quarantina di chilometri dallo stadio Villeneuve-d’Ascq dove si sarebbe disputato il campionato. Si è svolta la finale della Coupe de France.

È stata aperta un’indagine flagrante per distruzione aggravata di beni altrui mediante incendio, danneggiamento durante le riunioni e violenza durante le riunioni, ma nessun autore è stato ancora identificato questo lunedì 27 maggio, ha annunciato stasera la procura di Arras. “La sera dei fatti è iniziata una lunga indagine che si baserà in particolare sull’utilizzo di video e cellulari, su informazioni provenienti da società sportive, nonché sulle diverse testimonianze raccolte”ha dichiarato il procuratore Sylvain Barbier Sainte Marie in un comunicato stampa.

“L’indagine penale deve determinare con precisione l’esatto corso degli eventi, identificare le vittime e identificare le persone coinvolte”, precisa anche la Procura di Arras a France Info. L’indagine è stata affidata alla sezione ricerche della gendarmeria nazionale di Lille-Villeneuve d’Ascq.

Secondo le testimonianze delle vittime raccolte da Il parigino in particolare, così come le rivelazioni del giornale Il gruppole disfunzioni nell’organizzazione delle forze dell’ordine hanno avuto un ruolo notevole nel verificarsi di queste violenze, anche se la partita era stata classificata ad altissimo rischio.

Rallentamenti attesi per diverse settimane

All’inizio della giornata, la società concessionaria autostradale Sanef ha annunciato di aver sporto denuncia dopo gli scontri. Ha inoltre stimato tra 500.000 e un milione di euro l’ammontare dei danni causati dalla rissa al casello autostradale di Fresnes-lès-Montauban. La stima provvisoria dei danni dovrà essere perfezionata nei prossimi giorni, ha aggiunto il dipartimento delle comunicazioni della Sanef, avvertendo che questi danni dovrebbero comportare rallentamenti.

Sono state bruciate due corsie di circolazione e la pensilina del pedaggio “gravemente danneggiato” In seguito all’incendio su un autobus del Lione, ha precisato la società, aggiungendo che anche tre corsie aggiuntive hanno dovuto essere chiuse a causa dei danni alla tenda. Altre tre corsie di circolazione erano già state neutralizzate prima di questo episodio per lavori legati ai Giochi Olimpici, così che lunedì solo otto corsie su 16 sono rimaste accessibili, elenca. In un comunicato stampa diffuso domenica sera, Sanef ha anche indicato che i sostenitori lo avevano fatto “locali del personale invasi e vandalizzati”. “Si prevedono notevoli rallentamenti per diverse settimane, fino al completo ripristino dell’infrastruttura”ha sottolineato l’azienda.

-

PREV “è il punto nero della serata”
NEXT La Francia ottiene una vittoria nel dolore e nel sangue