Il canadese dovrebbe accettare la scommessa di Patrik Laine?

Il canadese dovrebbe accettare la scommessa di Patrik Laine?
Il canadese dovrebbe accettare la scommessa di Patrik Laine?
-

Alla ricerca di un attaccante capace di giocare sulle prime due linee, i Montreal Canadiens potrebbero tentare la fortuna con un ex cannoniere da più di 40 gol?

• Leggi anche: È questa la fine per Patrik Laine a Columbus?

Il nome di Patrik Laine comincia a circolare sempre più spesso nelle voci di mercato dopo un’altra stagione segnata da infortuni. Il 26enne finlandese è entrato anche nel programma di assistenza ai giocatori della NHL a gennaio a causa di problemi di salute mentale.

Colui che ha segnato 44 gol nella sua seconda stagione nel circuito di Bettman con i Winnipeg Jets potrebbe interessare agli Habs?

I pro

La lana è un pennarello naturale che necessita di essere ben curato. Con l’emergere di Nick Suzuki e Juraj Slafkosvky e la presenza di Cole Caufield come marcatore sulla fascia sinistra della prima linea, l’attaccante alto 6’5″ non avrebbe dovuto svolgere il ruolo di capocannoniere n. 1 con il CH e avrebbe potuto prosperare in un ruolo più discreto.

Inoltre, potrebbe trarre vantaggio dai consigli di un team di allenatori che dà priorità al coaching e allo sviluppo.

Anche se non è riuscito a giocare un’intera stagione dal 2018-19, Laine continua a puntare il semaforo rosso con un eccellente ritmo di 0,42 gol a partita. Questa performance lo colloca a 15 annie La NHL si classifica tra i giocatori attivi, davanti a giocatori come Nathan MacKinnon, Filip Forsberg e Artemi Panarin.

Anche il suo stipendio di 8,7 milioni di dollari all’anno che comanda non sarebbe un problema per il CH che ha abbastanza spazio sotto il suo libro paga per assorbirlo. Il suo accordo, che scadrà tra due anni, garantisce anche che la scommessa non sarà quella che manterrà la squadra per un lungo periodo. Se non funziona entro due anni, Laine sarà libera come l’aria.

Contro il

Il mercato di Montreal non perdona. Se funziona bene, sei un eroe. Se non funziona, le critiche sono impossibili da evitare. Questa pressione sarebbe eccessiva da sopportare per Laine? Difficile da dire.

Il finlandese non ha giocato molto a hockey negli ultimi anni. È stato limitato a sole 129 partite nelle ultime tre stagioni a causa di infortuni e tempo trascorso lontano per prendersi cura della sua salute mentale.

Laine ha anche la reputazione di essere un giocatore a volte altruista. Inoltre non è riconosciuto per il suo gioco nel suo territorio, il che fa rabbrividire un allenatore che deve pensare anche a difendere la sua rete.

Infine c’è il costo di acquisizione. Cosa vorranno in cambio le Giacche Blu dal loro attaccante? Man mano che la squadra si sta ricostruendo, sarà necessario inserire almeno una scelta al primo giro nell’operazione. Allo scambio dovrebbe essere aggiunto anche un giovane potenziale difensivo, soprattutto se i Jackets accettassero di prendere in cambio un contratto pesante.

La palla è nel campo di Don Waddell, appena assunto a Columbus per gestire le operazioni di hockey della squadra.

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1