Sul tetto d’Europa Mathias Lesssort non ci può credere! • Pallacanestro statunitense

Sul tetto d’Europa Mathias Lesssort non ci può credere! • Pallacanestro statunitense
Sul tetto d’Europa Mathias Lesssort non ci può credere! • Pallacanestro statunitense
-

Contro ogni aspettativa, è stato il Panathinaikos ad alzare il trofeo domenica, a Berlino, nella finale di Eurolega contro il Real Madrid, grande favorito per la propria successione.

Travolti nel primo quarto (36-25), gli uomini di Ergin Ataman sono riusciti progressivamente a invertire la tendenza, con una base difensiva più solida e opzioni redditizie puntando sulla coppia Nunn-Sloukas (21 e 24 punti) con Mattia Lessor in appoggio per dominare vicino al cerchio.

Tornato a -5 nell’intervallo (54-49), Pana si è poi portato in vantaggio a metà del terzo quarto andando sull’8-1 segnato da due grandi canestri di Kendrick Nunn (60-57). È stato poi Kostas Sloukas ad aprire la strada realizzando due canestri da 3 punti. Il Real Madrid ha poi vacillato definitivamente con un 9-0 concluso con una doppietta di Mathias Lessort (88-76), prima di perdere due minuti dopo (95-80).

In lacrime al termine di un’altra partita intera da parte sua (17 punti, 6 rimbalzi), il pivot francese ha assaporato quello che ha definito il più grande successo della sua carriera, iniziata dieci anni fa all’Elan Chalon.

” È pazzesco ! »ha detto al microfono di BeBasket. “Alla fine, non riuscivo a realizzarlo. Non potevo credere che avessimo vinto l’EuroLeague. Ma in realtà ce l’abbiamo fatta davvero. Penso a tutto quello che ho vissuto quando ero giovane. Tutti i problemi che ho avuto. Tutte le persone che mi hanno aiutato. Anche tutte le persone che non credevano in me. E non potevo rendermene conto. Mi sto dicendo che è pazzesco quello che sta succedendo.”

I due bellissimi racconti della serata, con Ergin Ataman

Vincitore della FIBA ​​Europe Cup con il Nanterre nel 2017, poi dell’EuroCup nel 2021 con il Monaco, eccolo sul tetto d’Europa con questo terzo titolo europeo in carriera.

Questa è l’altra grande storia insieme a quella del suo allenatore, Ergin Ataman, arrivato anche lui al Pana quest’estate, e che dal canto suo ha vinto la sua terza Eurolega in quattro anni dopo la doppietta con l’Anadolu Efes nel 2021 e 2022.

“È davvero un allenatore che ci dà fiducia, che ci fa giocare. Prende giocatori che hanno talento, che sanno giocare e ci dà fiducia per poter dare il meglio di noi stessi. Lo abbiamo visto stasera, lo abbiamo visto per tutta la stagione. Avevamo semplicemente gli elementi giusti, avevamo un gruppo affamato, che voleva dimostrare qualcosa, ed è quello che abbiamo fatto. È davvero un allenatore che ci ha portato tanto e ci ha permesso di essere qui oggi”.

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1