ASBH-Brive: “È la vittoria del cuore, il pubblico ci ha trasceso”, lo spogliatoio del Béziers in delirio dopo una vittoria storica

ASBH-Brive: “È la vittoria del cuore, il pubblico ci ha trasceso”, lo spogliatoio del Béziers in delirio dopo una vittoria storica
ASBH-Brive: “È la vittoria del cuore, il pubblico ci ha trasceso”, lo spogliatoio del Béziers in delirio dopo una vittoria storica
-

Play-off/Play-off. Grazie ad una meta segnata a tre minuti dalla fine contro il Brive in un clima pazzesco, il Béziers ha il diritto di sfidare Vannes in semifinale, venerdì prossimo allo stadio Rabine. L’occasione per i giocatori di assaporare una gioia storica e di ringraziare un pubblico scatenato sugli spalti.

Menti sollevate, petto in fuori, potranno dire di essere stati lì, avendo finalmente una memoria omerica da raccontare. Generazione in lei il profumo dell’inedito, dell’exploit e della vera e propria follia.

Ho suonato in diversi club, ma raramente ho vissuto un’atmosfera del genere

“Stasera ha vinto questa partita un’intera città. Ho giocato in diversi club, ma raramente ho vissuto un’atmosfera del genere”., il mediano di mischia diviso Samuel Marques, pochi minuti dopo il fischio finale. Il Béziers è in semifinale tra la gioia generale. Ora si va a Vannes, per una semifinale che profumerà anche di zolfo, venerdì prossimo nel Morbihan.

Leggi anche:
Diga Pro D2. ASBH – Brive: Béziers esce vittorioso da una battaglia piena di suspense contro Brive per raggiungere le semifinali

Leggi anche:
ASBH: contro Brive, Samuel Marques e Otunuku Pauta hanno indicato la strada

Leggi anche:
Béziers-Brive: l’arrivo dei giocatori dell’ASBH allo stadio Raoul-Barrière in video!

Trasceso dal pubblico

Come una fine della partita completamente sconnessa e spettinata, l’ASBH ha saputo forzare il proprio destino strappando la vittoria nel 77e minuto, grazie ad una meta della seconda fila Hans N’Kinsi. “Abbiamo dimostrato di essere un gruppo unito, con molto carattere. Abbiamo avuto momenti deboli, ma siamo rimasti freddi e il pubblico ci ha aiutato molto”.dice quest’ultimo, acclamato da tutto lo stadio.

Ieri abbiamo dovuto vedere migliaia di tifosi vestiti di rosso e blu, che ascoltavano a loro piacimento il loro inno “Aqui es Besiérs”percepisco il calore della notte che sta per arrivare nei profumi e l’allegria, tutto questo barnum per celebrare il primo successo nella storia del Béziers in una partita di spareggio in casa in diciassette stagioni di Pro D2.

Una serata di gala per dimostrare che con questa squadra ormai tutto è possibile

Una vita intera aspettando la speranza di un ritorno nell’élite. Una serata di gala per dimostrare che con questa squadra ormai tutto è possibile. Ne è valsa la pena fare un giro di vittoria e citazioni per i posteri in una conferenza stampa. “È la vittoria del cuore. Crediamo in noi stessi, giochiamo una partita in cui crediamo, abbiamo spinto fino in fondo con le nostre armi, con un pubblico che ci trascende”testimonia il tecnico Pierre Caillet, vero mentore di un gruppo che non si pone più limiti.

Adesso andremo a Vannes e rimarremo i Pollinini di queste fasi finali.

“Siamo capaci di ribaltare le montagne, dimostra il gioco che sappiamo fare, non ci arrendiamo. Adesso andremo a Vannes e rimarremo il Pollicetto di queste fasi finali, non ci siamo arresi comunque non avremo pressioni, la nostra stagione è già un successo, anche se abbiamo tanta voglia di vincere.insiste Marchese.

La festa prima di andare a Vannes

I Biterrois sono però caldi, soprattutto nella mischia, che costa loro sei rigori e che potrebbe semplicemente costargli la partita. Scherza di Marques, che vede il bicchiere (di birra) solo mezzo pieno: “Se prendiamo sei rigori in mischia in ogni partita e vinciamo alla fine, sono soddisfatto”.

Ecco, prima andremo a bere qualcosa

Tuttavia, non si tratta di cadere in una beata euforia. Il capitano Clément Ancely tiene d’occhio la situazione, consapevole dei punti di forza della sua squadra. “Quest’annoEgli ha detto, Raccoglieremo i frutti della nostra preparazione fisica quest’estate. Alla fine avevamo ancora carburante. Vannes non è un vantaggio. Manca una partita alla finale del Tolosa, non possiamo sprecarla, non è possibile. Ecco, prima andremo a bere qualcosa.” Una certezza: ieri sera gli abitanti di Béziers hanno celebrato la feria anzitempo.

-

PREV Zero alcol, il mantra degli atleti di alto livello
NEXT Calcio. Crisi in Mali, internazionali come Hamari Traoré minacciano di boicottare la selezione