Calcio: “Evidentemente deluso, ma soprattutto orgoglioso”, le reazioni dopo la sconfitta di Rodez agli spareggi a Saint-Étienne

Calcio: “Evidentemente deluso, ma soprattutto orgoglioso”, le reazioni dopo la sconfitta di Rodez agli spareggi a Saint-Étienne
Calcio: “Evidentemente deluso, ma soprattutto orgoglioso”, le reazioni dopo la sconfitta di Rodez agli spareggi a Saint-Étienne
-

Gli allenatori delle due squadre e i giocatori ruteni reagiscono dopo la sconfitta di Rodez (2-0) a Saint-Étienne, durante il secondo play-off della Ligue 2.

Didier Santini, allenatore del Rodez

C’è sempre delusione quando arrivi ad un evento così meraviglioso e non lo porti fino in fondo. Ma dobbiamo accettare la vittoria dell’avversario che è stato bravo in quello che ha preparato. Ci è mancata un po’ di energia e molta tecnica. Ma ecco, una stagione eccezionale, straordinaria si chiude con una sconfitta, tanto vale farlo nel Calderone, davanti a questo magnifico pubblico. Avevamo la palla per tornare ovunque, li abbiamo fatti dubitare, ci hanno temuto. Ma nonostante tutto, erano migliori. Nella vita bisogna saper perdere.

Bradley Danger, capitano del Rodez

Ewen Jaouen, portiere del Rodez

Ovviamente deluso perché abbiamo perso, ma soprattutto orgoglioso del gruppo, di quello che abbiamo fatto, di quello che loro (i suoi nuovi compagni) hanno fatto nella prima parte di stagione e fino alla fine. Sono bruciato qui, vado a riposarmi. Conserverò tante cose positive, questa esperienza nel mondo professionistico e farò affidamento su quella per il futuro, mi aiuterà a gestire bene la pressione.

Lucas Buades, pistone Rodez

Stasera c’è qualche rimpianto per la sconfitta, ma è stato solo un vantaggio. Dobbiamo ricordare che abbiamo avuto una stagione eccezionale. Abbiamo fatto una stagione magnifica, con un gruppo e uno staff eccezionali. È stato il miglior Raf a questo livello, quindi ovviamente c’è anche tanta felicità anche se stasera non c’è la qualificazione per il spareggio.

Stasera sarà misto, ma domani e quando ci penseremo per tutta l’estate, diremo che quello che abbiamo vissuto è stato davvero magico. Comunione con il pubblico anche durante tutta la stagione. Sono emozioni forse che non rivedremo presto nella nostra carriera, è stato straordinario. Ora abbiamo bisogno di molto riposo per recuperare fisicamente e mentalmente. Perché, casualmente, emozioni del genere hanno il loro prezzo, dovremo tornare giù e recuperare bene per lavorare di nuovo e vivere una nuova stagione così!

Giovanni Haag, centrocampista del Rodez

Direi subito che la delusione è tanta e non pensiamo a quello che abbiamo fatto bene. Ma una volta tornati nello spogliatoio parliamo un po’, ci diciamo che la stagione è stata incredibile. Non c’è da stupirsi, stasera eravamo tutti molto, molto stanchi e stasera ci siamo scontrati con una squadra molto, molto buona, migliore di noi.

Stone Mambo, difensore di Rodez

Olivier Dall’Oglio, allenatore del Saint-Étienne

Dovevamo passare a tutti i costi. E ne siamo usciti con una partita riuscita, nella quale abbiamo avuto tantissime occasioni! Era interessante. Ho sentito molta determinazione (tra i suoi giocatori). Con il pubblico alle nostre spalle è stato straordinario. Entrambe le squadre erano stanche, ma sicuramente un po’ di più Rodez, che ha giocato martedì.

-

PREV dopo Giroud, un altro attaccante pensa alla fine! Il grande annuncio
NEXT dal “miracolo del 1954” alla crisi di un modello, il calcio come specchio della società tedesca