L’Atalanta mette fine all’invincibilità del Bayer Leverkusen e vince l’Europa League

L’Atalanta mette fine all’invincibilità del Bayer Leverkusen e vince l’Europa League
L’Atalanta mette fine all’invincibilità del Bayer Leverkusen e vince l’Europa League
-
Leggi anche: Lo Young Boys finisce per cedere all’Atalanta

Né gambe né aggressività

Ma a Dublino contro l’Atalanta non hanno avuto né le gambe né l’aggressività necessarie per rispondere all’intensità proposta dagli italiani. Anche la loro incrollabile resilienza, che ha permesso loro di invertire le situazioni più disperate alla fine delle partite di questa stagione, li ha delusi mercoledì.

L’Atalanta, invece, autrice anch’essa di una splendida stagione, già qualificata alla quarta Champions League della sua storia, ma che segnava seriamente il passo dopo una maratona di 14 partite dal 3 aprile, ha ritrovato al meglio le energie necessarie. volte. “Dobbiamo ritrovare freschezza fisica ma anche mentale”, ha sostenuto prima della finale il suo allenatore Gian Piero Gasperini, artefice di una squadra senza grandi risorse, che ha appena tradotto in un titolo, vincendo l’Europa League, la bella reputazione che le spetta. ha goduto in Europa.

Tripletta di Lookman

Sul campo dell’Aviva Stadium, Gasperini è stato ascoltato dalla sua ala nigeriana Ademola Lookman, autore dei tre gol della sua squadra. Dal 12′, dopo un calcio d’angolo respinto male dalla difesa tedesca, l’attaccante vorticoso si presenta davanti a Exequiel Palacios, troppo passivo, per prendere un cross di Davide Zappacosta sul secondo palo (1-0). Sempre nel primo periodo, dopo che il Bayer Leverkusen ha perso palla, servito sulla sinistra, a una trentina di metri dalla porta, Lookman si è ripreso con il destro, respingendo Granit Xhaka con un piccolo ponte prima di deviare un potente tiro vicino al palo di Kovar ( 2-0, 26).

Poi nella ripresa, mentre il Leverkusen spingeva, Gianluca Scamacca conduceva un contropiede centrale senza essere attaccato prima di spostare Lookman. Inafferrabile, il nigeriano cancella facilmente Edmond Tapsoba prima di concludere alla grande con un altro cross, questa volta da sinistra, il suo terzo gol della serata (75esimo).

Leggi anche: L’Atalanta e la rinascita di Bergamo

Una resurrezione

La sua tripletta segna un club in ascesa. Santifica la propria risurrezione. Vagando di club in club nelle ultime stagioni, Lookman ha trovato, grazie a Bergamo e Gasperini, un passato esperto nel potenziare giocatori privi di fiducia, il luogo dove esprimere tutto il suo talento.

Completamente recuperato in questa stagione, ha già brillato in Coppa d’Africa, contribuendo largamente a portare la Nigeria in finale. In particolare ha segnato una doppietta negli ottavi di finale contro il Camerun. Ha quindi dimostrato ulteriormente il suo talento nella finale di Europa League segnando un gol in più e portando la sua squadra sul tetto d’Europa. Almeno questo era necessario per sconfiggere gli Invincibili.

-

PREV Tutti gli Azzurri in allenamento, con Tchouaméni, a due giorni da Austria-Francia
NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1