diciotto surfisti marocchini in gara

diciotto surfisti marocchini in gara
diciotto surfisti marocchini in gara
-

Amine Rad

21 maggio 2024 alle 16:24

Per il terzo anno consecutivo, il La spiaggia di Ain Diab a Casablanca vedrà i migliori giovani surfisti provenienti da Europa e Marocco sfidarsi durante il Morocco Mall Junior Pro, prima tappa del circuito junior WSL. Parecchi giovani cavalieri rinomati saranno presenti durante questa edizione, a cominciare dai vincitori dell’edizione precedente, il tedesco Tim Elter e lo spagnolo di origine basca Annette Gonzalez Etxabarri.r>r>

r>r>Sul versante marocchino, diciotto giovani surfisti (14 ragazzi e 4 ragazze) cercheranno di ottenere buoni risultati contro i migliori junior europei. È il caso di Aymen Gougal, che la scorsa stagione si è classificato 9° nella classifica generale, e di Mohammed Reda Madouar tra i ragazzi, oltre a Lilias Tebbai e Ranya Squalli per le ragazze. La competizione inizierà questo mercoledì con le prime manche, condizioni meteorologiche permettendo.

La WSL sta valutando la possibilità di organizzare una tappa dell’élite Championship Tour in Marocco

Con due gare del suo circuito che si svolgeranno in Marocco, la Junior Pro a Casablanca e la Qualifying Series a Taghazout, la WSL non intende fermarsi qui e prenderebbe addirittura in considerazione l’organizzazione di una tappa del Campionato élite nel Regno. Martedì, in una conferenza stampa di presentazione del Morocco Mall Junior Pro, il responsabile marketing ed eventi della WSL Europe, Cheyne Bradburn, ha detto a “Matin” che la sua organizzazione prenderebbe in considerazione l’organizzazione di una tappa del CT in Marocco. “Il Marocco è una destinazione scelta dai surfisti di tutto il mondo. Oltre alle sue onde di classe internazionale, ha la passione per il surf e lo notiamo di anno in anno, anche a livello di sponsorizzazione. Il Regno ha anche leggende della disciplina e un corridore che gareggia nel CT, ovvero Ramzi Boukhiam. È un ambiente favorevole per l’organizzazione di una tappa del circuito elite. Sarebbe anche bello offrire una sosta a casa a Ramzi Boukhiam”, ha detto il responsabile della WSL.

-

PREV Nicolò Barella proroga fino al 2029
NEXT 6 anni e mezzo di carcere per un trafficante: operava sotto lo sguardo di un informatore della Sûreté du Québec