capire tutto sul prossimo nuovo format della Champions League

capire tutto sul prossimo nuovo format della Champions League
capire tutto sul prossimo nuovo format della Champions League
-

Mentre Borussia Dortmund e Real Madrid si affronteranno nella finale di Champions League del primo giugno, sul prato dello stadio di Wembley, l’Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) pensa già alla prossima edizione delle sue tre competizioni europee. E a differenza degli anni passati, negli uffici di Nyon in Svizzera i preparativi assumono un sapore molto particolare perché verranno apportate molte modifiche al format della Champions League ma anche dell’Europa League e dell’Europa Conference League. Anche se questi annunci sono stati ufficializzati, un gran numero di osservatori del calcio mondiale faticano ancora a comprendere tutti i dettagli di queste molteplici rivoluzioni che arriveranno nel panorama europeo.

Il resto dopo questo annuncio

“La UEFA ha chiaramente dimostrato di essere impegnata a rispettare i valori fondamentali dello sport e a difendere il principio chiave delle competizioni aperte, con qualificazioni basate sul merito sportivo, in linea con i valori e il modello sportivo europeo basato sulla solidarietà. Sono molto lieto che il Comitato Esecutivo UEFA abbia preso questa decisione all’unanimità, con la European Club Association, le leghe europee e le federazioni nazionali tutte d’accordo con la proposta avanzata. Nuova prova che il calcio europeo è più unito che mai”, ha dichiarato il presidente della UEFA Aleksander Čeferin. Ma concretamente, cosa cambierà nella futura vita quotidiana di Paris Saint-Germain, AS Monaco e Stade Brestois? Fondamentalmente non molto, ma nella forma, molto.

Leggere
JT Foot Mercato: Florentino Pérez a Parigi per Kylian Mbappé

Un mini-campionato con 36 squadre

Questa è la grande novità del formato. Ora non ci saranno più fasi a gironi vere e proprie. Dalla stagione 2024/25, 36 club – non più 32 – parteciperanno alla fase campionato della Champions League (ex fase a gironi), dando la possibilità ad altre quattro squadre di competere contro i migliori club del campionato europeo. Questi 36 club parteciperanno ad una competizione sotto forma di campionato unico in cui i 36 club concorrenti si classificheranno dalla 1° alla 36° posizione. Ogni squadra giocherà otto partite contro otto club diversi, quattro in casa e quattro in trasferta. Per determinare gli otto avversari da sfidare, le squadre verranno prima classificate in quattro cappelli. Ogni squadra verrà quindi sorteggiata per affrontare due avversari di ciascuno di questi cappelli (otto squadre) giocando una partita in casa e una in trasferta contro le due squadre di ciascuno dei quattro cappelli.

Il resto dopo questo annuncio

Le migliori otto squadre del campionato si qualificheranno automaticamente per gli ottavi di finale, mentre le squadre classificate tra il 9° e il 24° posto parteciperanno a uno spareggio a eliminazione diretta per assicurarsi la qualificazione agli ottavi di finale del campionato. Le squadre classificate tra il 9° e il 16° posto verranno teste di serie nel sorteggio degli spareggi della fase a eliminazione diretta, il che significa che affronteranno una squadra classificata tra il 17° e il 24°, con vantaggio in casa nella gara di ritorno. Le squadre che arriveranno tra il 25° e il 36° posto verranno eliminate e non avranno nemmeno diritto ad essere convocate in Europa League. Dagli ottavi di finale in poi, la competizione seguirà il formato attuale con partite a eliminazione diretta che condurranno alla finale ospitata in un campo neutro scelto dalla UEFA, che sarà l’Allianz Arena di Monaco. Inoltre, la C3 e la C4 subiranno le stesse modifiche nei rispettivi format la prossima stagione.

Un nuovo calendario rinnovato

Ma al di là del formato stesso. Anche il calendario verrà stravolto con alcuni aggiustamenti, ma con una costante: “Tutte le partite prima della finale continueranno a giocarsi infrasettimanali, data l’importanza del calendario delle partite nazionali in tutta Europa, mentre la finale continuerà a giocarsi di sabato”, ha annunciato la UEFA. Le partite di Champions League ed Europa League si svolgeranno tra settembre e gennaio, mentre le partite di Europa Conference League si svolgeranno tra settembre e dicembre. La grande novità in calendario sta nell’istituzione di una settimana speciale dedicata alle tre competizioni europee. Ognuna delle tre competizioni avrà una settimana di partite esclusiva, le altre due competizioni non saranno programmate durante questa settimana. Durante questa settimana esclusiva di Champions League, le partite della C1 si giocheranno martedì, mercoledì e giovedì. Nella settimana esclusiva dell’Europa League, mercoledì e giovedì si disputeranno le partite della C3. E infine, nella settimana esclusiva dell’Europa Conference League, giovedì si disputeranno le partite della C4.

Il resto dopo questo annuncio

Nelle settimane normali, le partite di Champions League si giocheranno il martedì e il mercoledì, mentre le partite di Europa League ed Europa Conference League si giocheranno il giovedì. Inoltre, la UEFA precisa che per l’ultima giornata della fase campionato delle tre competizioni, tutte le partite si giocheranno contemporaneamente: “Ogni partita conterà. Il nuovo formato del campionato farà sì che ogni risultato possa cambiare radicalmente la posizione di una squadra, fino all’ultimo giorno. Una vittoria o una sconfitta possono fare la differenza tra la qualificazione automatica di una squadra agli ottavi di finale, la partecipazione agli spareggi o l’eliminazione dalla competizione., scrive in conclusione l’associazione sul suo sito ufficiale. In ogni caso, Paris Saint-Germain, AS Monaco e Stade Brestois sanno cosa aspettarsi. Gli incontri promettono di essere fisici, duri e intensi con un programma molto fitto. Lo spazio di manovra appare molto ridotto. Vale la pena competere per l’Europa.

Pub. IL 21/05/2024 19:04
Aggiornamento 21/05/2024 20:53

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1