Lavatrice gratuita | Il futuro resta luminoso a Boston

-

I Bruins non hanno mai mancato di stupirci negli ultimi anni. Nonostante le partenze delle loro stelle Zdeno Chara, Tuukka Rask, Patrice Bergeron, David Krejci e Torey Krug, sono riusciti a rigenerarsi e hanno appena vissuto stagioni di 135 e 109 punti nella stagione regolare.


Inserito alle 11:03

Ma un’altra eliminazione anticipata questa primavera, sempre per mano dei Florida Panthers, ma questa volta al secondo turno, costringerà la dirigenza a compiere passi importanti per migliorare la squadra.

I Bruins non hanno superato il secondo turno dei playoff da quando hanno raggiunto la finale della Stanley Cup nel 2019. David Pastrnak, Charlie McAvoy, Jeremy Swayman e Brandon Carlo sono ancora nel loro periodo migliore, ma il capitano Brad Marchand ha appena compiuto 36 anni.

Ovviamente non c’è panico qui, ma Boston è arrivata dodicesima su sedici squadre ai playoff in termini di gol segnati, con una media di 2,38. Il loro tasso di efficienza nel power play non è stato male, pari al 21,2%, ma lontano da quello dei club leader in questo senso.

I Bruins sono stati più opportunisti nella stagione regolare con una media di 3,21 gol segnati a partita, per il quattordicesimo posto assoluto. Ma non potranno ambire alla Stanley Cup con Morgan Geekie primo centro e Charlie Coyle alle spalle. Prima di ottenere 39 punti quest’inverno, Geekie non aveva mai accumulato più di 28 punti in una stagione.

Boston deve il suo successo al suo gioco collettivo. Lavoriamo in branco. Ostruiamo la zona neutra e quando l’avversario riesce a penetrare nella sua zona, ci ritiriamo in gruppo e approfittiamo della minima debolezza per contrattaccare rapidamente… in branco. Dovremmo chiamarli lupi, non orsi. Questo modo esemplare di giocare ha i suoi limiti. Soprattutto quando si contano sulle dita di una mano il numero dei giocatori di talento. Ipotecherà il gruppo una volta arrivati ​​ai playoff? Vedremo se la direzione arriverà a questa conclusione.

Il CEO Charlie Jacobs, il presidente Cam Neely, il GM Don Sweeney e il capo allenatore Jim Montgomery presenteranno i loro risultati ai media mercoledì pomeriggio. Sweeney ha avuto il tempo di rivelare venerdì, dopo l’eliminazione della sua squadra, di essere soddisfatto della stagione, visti i cambiamenti intervenuti nella sua rosa l’estate precedente con le partenze di Bergeron e Krejci, ma che ora era necessario passare alla seconda fase del campionato. il piano.

I Bruins hanno in attacco alcuni giovani candidati interessanti. Il centro Matthew Poitras, scelta del secondo turno nel 2022, sorprende meritandosi un posto a soli 19 anni. Tuttavia, è stato ceduto in prestito alla squadra junior canadese per il Campionato del Mondo e ha visto la sua stagione terminare a causa di un infortunio alla spalla. La scelta del primo turno del 2021 Fabian Lysell, 21 anni, ha 50 punti in 56 partite con il club agricolo di Providence. Tuttavia, questo è un altro attaccante sotto il metro e ottanta, come Poitras.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO SAM NAVARRO, ARCHIVI SPORTIVI USA TODAY VIA REUTERS CON

Jake De Brusk

Dopo una stagione modesta da 40 punti, Jake DeBrusk è stato il capocannoniere dei Bruins nei playoff con 11 punti in 13 partite. Ma avrà diritto alla completa autonomia da 1ehm Luglio. DeBrusk vuole restare a Boston e i Bruins vorrebbero trattenerlo, ma Sweeney preferirebbe perderlo piuttosto che pagarlo più del dovuto. I veterani James Van Riemsdyk e Patrick Maroon probabilmente hanno giocato la loro ultima partita con i Bruins.

Sweeney può rivolgersi al mercato dei free agent senza compensazione. Elias Lindholm, nessuna parentela con il difensore dei Bruins Hampus, ha ritrovato il suo splendore nel secondo turno contro gli Oilers. Questo attaccante ottenuto dai Canucks quest’inverno come scelta al primo turno costituirebbe una soluzione al centro. Avranno diritto all’autonomia anche Steven Stamkos e Sam Reinhart, ma sarebbe sorprendente vederli lasciare le rispettive squadre della Florida.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO CHARLES KRUPA, STAMPA ASSOCIATA

Linus Ullmark

Il direttore generale dei Bruins ha comunque una risorsa importante per una potenziale transazione: il portiere Linus Ullmark, uno dei migliori nella sua professione. Jeremy Swayman è andato in vantaggio nei playoff e probabilmente non condivideremo più la rete come in passato a partire dalla prossima stagione.

Ullmark, 30 anni, vincitore del Trofeo Vezina assegnato al portiere per eccellenza nel 2022-2023, gode comunque di una clausola di non scambio parziale. Può presentare un elenco di sedici club per i quali non vorrà essere scambiato. Gli resta un anno di contratto con uno stipendio annuo di 5 milioni.

Non mancano le migliori squadre in cerca di un portiere: Colorado, Los Angeles, Toronto, Edmonton. Altri come Columbus, Detroit e New Jersey vorranno un portiere di qualità se vorranno avanzare.

Boston ha ancora una solida difesa con McAvoy, Hampus Lindholm, Brandon Carlo e l’emergere del giovane Mason Lohrei.

Saranno una o due decisioni sagge a permettere a questa squadra di sognare un’altra stagione di successo e di avanzare nei playoff. E i Bruins ci hanno abituato a decisioni sagge…

Gli Oilers fanno un favore al CH

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO DARRYL DYCK, LA STAMPA CANADESE

Ryan Nugent-Hopkins, Zach Hyman, Leon Draisaitl, Evan Bouchard e Connor McDavid

Non è un progresso enorme, ma la vittoria degli Oilers lunedì sera a scapito dei Canucks permette al canadese di risalire di una posizione in classifica al termine del primo turno del draft 2024 di Montreale con la scelta ottenuta dai Winnipeg Jets per Sean Monahan.

Le quattro squadre della final four ottengono di fatto le ultime scelte del draft, tra le 29e e il 32e classifica, secondo i risultati finali. Gli Oilers finirono dietro ai Jets nella classifica generale, ma i Canucks, in virtù del loro primo posto nella Pacific Division, erano posizionati meglio di Winnipeg.

Con la sua eliminazione, Vancouver scivola quindi a quota 27e rango e consente a Winnipeg di salire di un rango. Se i Canucks avessero vinto, sarebbe stata loro assegnata una delle ultime quattro scelte e Edmonton avrebbe ottenuto una scelta dopo Winnipeg.

Queste tre squadre sono comunque ormai fuori dalle loro scelte al draft. Il 28e La scelta totale dei Canucks spetta ai Calgary Flames (Elias Lindholm) e quella degli Oilers agli Anaheim Ducks (Adam Henrique, Sam Carrick).

I senatori redigeranno alle 25e classifica, davanti al CH, con la scelta dei Bruins. Boston aveva rinunciato alla sua scelta al primo turno nel 2024 per Tyler Bertuzzi dei Red Wings nel 2023. Detroit ha passato questa scelta a Ottawa per Alex DeBrincat.

I Senators hanno quindi sacrificato una settima scelta assoluta, una scelta anticipata al secondo giro nel 2022 (39e in totale) e terzo round nel 2024 per un solo (modesto) anno di DeBrincat, un 25e scelta assoluta e una scelta al quarto giro nel 2024…

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1