gli studenti delle scuole medie realizzano un’opera monumentale… in maglia

gli studenti delle scuole medie realizzano un’opera monumentale… in maglia
gli studenti delle scuole medie realizzano un’opera monumentale… in maglia
-

Si tratta di un progetto tanto ambizioso quanto insolito: un’opera monumentale in maglia e pompon, realizzata in particolare da studenti universitari di Forges-les-Eaux (Seine-Maritime), sarà svelata il 5 luglio a Dieppe, durante il passaggio del la fiamma olimpica. Scoperta.

È una vetta, è un promontorio, anzi, è una penisola! Il lavoro a maglia immaginato per il passaggio della fiamma olimpica a Dieppe sarà… monumentale. Per l’artista visivo dietro questo progetto, l’obiettivo è raccogliere e assemblare un milione di pezzi di lana colorata. Il risultato sarà un’enorme stanza di 20 m2 composta dalle bandiere dei paesi partecipanti ai Giochi Olimpici di Parigi!

Guarda il rapporto di E. Partouche e O. Flavien, con interviste a Elodie Breton, insegnante del collegio Saint-Exupéry di Forges-les-Eaux, e Mathilde Milot, direttrice dell’associazione Citémômes:




durata del video: 00h01mn51s

Un lavoro a maglia realizzato a Forges-les-Eaux



©E. Partouche / Francia Télévisions

Per realizzare un’impresa del genere, è necessario mobilitare forze forti… Come questi studenti universitari di Forges-les-Eaux. Il lavoro è meticoloso: ogni quadrato viene cucito per formare le bandiere.

Noioso e obsoleto, lavorare a maglia? Non per questi giovani studenti, che l’affrontano con entusiasmo. “Mi ricorda la mia bisnonna“, confida Enzo, iscritto in 6° elementare.”Lo ha fatto e io continuo!” “Quando la gente me ne ha parlato, i Giochi Olimpici hanno iniziato a interessarmi“, spiega Maxime, in quinta elementare.

Contribuiremo a un evento globale, che valorizza notevolmente gli studenti!

Elodie Breton, insegnante

a France 3 Normandia

>>

Gli studenti apprezzano l’attività.

© O. Flavien / France Télévisions

Per questi studenti delle scuole medie iscritti al SEGPA, sezione adattata alle loro difficoltà di apprendimento, questo progetto artistico permette loro di progredire anche al di fuori del consueto contesto scolastico.

Abbiamo sviluppato competenze su cui lavorare nei nostri studenti con bisogni educativi speciali: motricità fine, impegno in un progetto, fiducia in se stessi… Il fatto di essere più persone in questo progetto cancella le differenze e le difficoltà“, si rallegra Elodie Breton, insegnante specialista al collegio Saint-Exupéry di Forges-les-Eaux.

L’artista dietro questo lavoro collettivo spera di raccogliere un milione di pompon e quadrati lavorati a maglia. Un progetto intergenerazionale che mobilita 10.000 partecipanti dai 2 ai 104 anni.

Quando andiamo nelle case di cura e parliamo del progetto dicendo “ieri eravamo in un college”, ci ringiovanisce un po’, dà un po’ di energia“, ride Mathilde Milot, direttrice dell’associazione Citémômes e fondatrice di “Tricote un smile”.Le persone dicono a se stesse che, alla fine, stanno facendo la stessa cosa di uno scolaretto di 12 anni.

Solo una parte del lavoro è stata rivelata. Decorerà la spiaggia di Dieppe il 5 luglio. Ancora un po’ di pazienza, quindi, per scoprirlo. E sappi che anche tu puoi partecipare!

-

PREV Pablo Longoria si impantana nel dossier Conceição
NEXT Scheffler vince il torneo Memorial e il suo quinto titolo dell’anno