Jean-Marc Eyharaberry, campione del mondo di ciclismo reclinato paralimpico, si prepara a portare la fiamma a Bayonne

Jean-Marc Eyharaberry, campione del mondo di ciclismo reclinato paralimpico, si prepara a portare la fiamma a Bayonne
Jean-Marc Eyharaberry, campione del mondo di ciclismo reclinato paralimpico, si prepara a portare la fiamma a Bayonne
-

Lunedì 20 maggio la fiamma olimpica attraverserà i Paesi Baschi. Jean-Marc Eyharaberry è stato scelto per portarlo a Bayonne. “Un motivo di orgoglio”, per questo atleta disabile.

È a Mouguerre, dove vive, che il campione si allena. Il basco ama dire che ha un cuore da sportivo. Dopo tre colpi, questo ex soldato quasi sessantenne, ora disabile, ha scoperto la bicicletta reclinata. Questa disciplina gli ha cambiato la vita. “Nella cyclette reclinata mi sento come gli altri”, dice. “Quando salgo il passo di Ibardin, Otxondo o Ispeguy…”

Non possiamo immaginare il piacere di pedalare in montagna, nella natura.

Jean-Marc Eyharaberry si allena ogni giorno, a volte fino a otto ore. Avanza con la sola forza delle spalle e delle braccia. È stato campione del mondo paralimpico nella sua disciplina nel 2022. È stato lui a essere scelto per portare la fiamma olimpica durante la sua visita a Bayonne, questo lunedì 20 maggio.

>>

Jean-Marc Eyharaberry è stato campione del mondo di ciclismo reclinato paralimpico nel 2022.

©FTV

È un orgoglio portare la fiamma”, Egli ha detto. “Devi essere in buone condizioni. Le tue braccia devono essere buone e anche portare la fiamma è per loro“Loro” sono i volontari e i membri delle associazioni legate alla disabilità Amici di Jean-Marc che condividono il suo orgoglio. “È un grande sportivo” sorride Daniel Cortez, membro della French Recumbent Cycling Association. “Se lo merita totalmenteT”.

Rappresenterà anche tutti questi valori e mostrerà il mondo della disabilità da un altro punto di vista.

Quindi se volete vedere passare Jean-Marc Eyharaberry, dovrete posizionarvi in ​​rue René Cuzacq a Bayonne (Vedi la mappa qui sotto), non lontano dallo stadio Didier Deschamps. Porterà la fiamma per 200 metri. Poiché la distanza è considerata troppo breve, non potrà utilizzare la bicicletta reclinata. Viaggerà quindi su una sedia a rotelle. “Ci prenderanno in giro”, ci spiega il campione, mostrandoci il lato della sua sedia. “Dopo accendiamo la fiamma e spingiamo la sedia per 200 metri con la fiamma accanto”.

Lunedì, dopo la sua visita a Bayonne, Jean-Marc si recherà a Pau dove verrà effettuata una presentazione delle bici reclinate sul percorso delle fiamme.

Per conoscere il percorso preciso della fiamma olimpica il 20 maggio, nei Pirenei Atlantici, cliccate qui.

-

PREV Alla Slovenia si unisce in diretta anche la Serbia – rts.ch
NEXT Vivi Euro 2024 alla Nyon Fanzone