Trofeo Club dei Golfisti: mantenute Lione, Biarritz, Fontainebleau e La Freslonnière

-

Lunedì verrà assegnato il titolo della Nazionale femminile. Ma da questo sabato, Panna montata dolceIL Trofeo del Circolo dei Golfisti ha mostrato tutta la sua drammaturgia, gioiosa e allo stesso tempo crollata, esaltata e insieme abbattuta, sollevata e allo stesso tempo disperata. Molti dicono che gli spareggi sono il cuore e l’anima del campionato francese a squadre, quando otto squadre devono lottare per soli quattro posti. Alla fine di questa annata 2024, smentirli è complesso. Tanto più che quest’anno i quattro confronti hanno trovato il loro esito proprio sulle ultime buche.

La gerarchia delle qualificazioni, del resto, non ha avuto assolutamente alcuna influenza sui rapporti di forza sul terreno, e l’incontro che si è opposto alla Golf Club Lionevice-campione francese in carica e 9e al termine della fase di gioco a colpi, Valcroche ha concluso 16e e la buona ultima del giorno prima, lo ha dimostrato molto bene. I lionesi sono arrivati ​​rapidamente a una vittoria dal mantenimento, con la vittoria per 7 e 5 di Bénédicte Kerviel E Anaëlle Kirscht nel quartetto principale, poi quello di Sarah Brentcheneff6&5, nel secondo singolo.

Ma il terzo punto è arrivato così tardi che rischiava di non arrivare mai, e tutto il merito va ai giocatori del Valcros, combattivi al loro attivo. Camille Min-Gaultier prima di tutto, ha sbloccato il contatore vincendo il terzo singolo, 5&4. Poi i giocatori del sud hanno trasformato il finale in pura follia. Prima di tutto, Carla Bordeaux ha strappato il primo singolo a 19 annie foro rivolto verso l’alto Aubane Statiotis, per pareggiare le due squadre. Dopo, Léna Trémouilleimpegnati in quella che era diventata la partita decisiva contro Lisa-Marie Paglianoe dopo aver visto quest’ultimo passare da 3 in basso dopo 12 buche a 1 in alto dopo 17, si è assicurato un bellissimo birdie alla 18 per raggiungere anche la buca n.

Lì, il lionese, dopo aver trovato un bunker sul fairway a destra del put-in, ha preso il toro per le corna, tirando fuori un ferro 7 per cercare di avvicinarsi il più possibile al green. Colpita in maniera impeccabile, la sua palla si è fermata pochi metri prima della superficie più piatta, da dove ha potuto effettuare due putt. Trémouille, dal canto suo, dopo un approccio corretto, non è riuscito a realizzare il putt che avrebbe prolungato la partita. Pagliano, dopo essere riuscita a controllare le sue emozioni sull’ultimo piccolo putt, ha permesso al sollievo dei suoi compagni di squadra di esprimersi.

-

PREV Il cartellone della giornata degli Europei: la Germania vuole cavalcare l’onda del successo e confermare la propria qualificazione
NEXT MLB I Willie Mays, icona del baseball e leggendario giocatore dei San Francisco Giants, muore a 93 anni