Ligue 1 – Marsiglia, questa volta, è troppo: “Diamo per scontato che abbiamo fatto un cazzo”

Ligue 1 – Marsiglia, questa volta, è troppo: “Diamo per scontato che abbiamo fatto un cazzo”
Ligue 1 – Marsiglia, questa volta, è troppo: “Diamo per scontato che abbiamo fatto un cazzo”
-

La diga cedette e, questa volta, l’OM depose le armi. Dopo l’ottava sconfitta esterna, questa volta in casa del Reims (1-0), il Marsiglia ha quasi salutato l’Europa a meno che non ci sia stata una folle combinazione di circostanze, vale a dire due sconfitte congiunte contro Lens e Lione – o almeno una battuta d’arresto per uno dei due squadre per un 7° posto sinonimo di C4 in caso di vittoria del PSG nella Coupe de France – combinato con una vittoria a Le Havre e quindi fuori casa.

Basti dire che la prossima stagione, per la prima volta in otto anni, l’OM avrà forse solo il campionato e la Coupe de France su cui affondare i denti. Si è trattato di un fiasco enorme e, dopo una lunga fuga dalla realtà, i principali interessati hanno potuto solo vedere il danno.

Non c’è spiegazione. Non siamo all’altezza del compito. Non lo sobalbettava Leonardo Balerdi, completamente sbalordito, davanti alle telecamere di Prime. I tifosi, la società, meritano molto di meglio. Dobbiamo ammettere che abbiamo fatto una cazzata. Devi vincere l’ultima partita per l’autostima, ed è finita.“Questa squadra sembra essere gravemente priva di autostima. Come spiegare una tale mancanza di voglia quando è in gioco il futuro europeo del club? Come spiegare le dimissioni collettive insieme ai fallimenti individuali?

Il Reims esulta per il gol di Munetsi contro l’OM

Credito: Getty Images

Parlo da tre mesi, cercando di capire

Non siamo stati all’altezza dell’evento. Non abbiamo questa aggressività per ottenere un risultato che ci apra le porte dell’Europaha reagito tra i nostri colleghi di Prime un Jean-Louis Gasset, anche lui completamente abbattuto. Provo un sentimento di vergogna. Pensavo che fossimo capaci ma quando non vinci un duello… La storia spesso si ripete.“Per la prima volta in questa stagione, l’allenatore ha perso completamente le speranze. Travolto, scoraggiato, quasi distrutto, Gasset non riesce a trovare le spiegazioni che tutti cercano.

Non ho parlato nello spogliatoioLui continuò. Sono tre mesi che parlo, cerco di capire perché abbiamo giocato la partita che volevamo tre giorni fa al Vélodrome e abbiamo messo a dura prova i nostri tifosi fuori casa. Francamente non capisco. L’anno è stato molto difficile per tutti.“In particolare per gli allenatori, tre in questo caso da inizio stagione, che non hanno mai trovato la chiave per mobilitare una squadra molto debole di testa e troppo bella in campo.

Ottieni ciò che meriti e noi non meritiamo nulla in questa stagione

Ottieni ciò che meriti e noi non meritiamo nulla in questa stagioneha spiegato Pau Lopez. Abbiamo avuto l’opportunità di giocare in Europa League ma ci sono mancate tante cose. Loro hanno giocato per l’Europa, noi per niente. Dobbiamo assumerci la responsabilità di ciò che abbiamo fatto. Non eravamo all’altezza del compito. Non meritiamo assolutamente nulla. Avevamo tre allenatori… Dobbiamo guardare a noi, giochiamo noi, dobbiamo assumerci la responsabilità di quello che abbiamo fatto.“Questa stagione fallita richiederà inevitabilmente grandi cambiamenti. Il Marsiglia non può accontentarsi di questo, eppure, l’anno prossimo, ne dovremo fare a meno.

-

PREV Frank Seravalli prevede 20 milioni di dollari per Jonathan Drouin
NEXT CF Montreal: “Ci sentiamo come se camminassimo sulle uova”