Due club della JPL vogliono un giocatore della terza divisione

Due club della JPL vogliono un giocatore della terza divisione
Due club della JPL vogliono un giocatore della terza divisione
-

Alcuni club hanno già dimostrato che cercare giocatori nelle serie inferiori può essere una buona idea.

E la prossima stagione non è escluso che ciò accada nella Jupiler Pro League. Due squadre sono attualmente interessate ai servizi di un giocatore che ha contribuito notevolmente al titolo della sua squadra nel terzo livello nazionale.

Da D3 a D1?

Se la RAAL ha ottenuto il diritto di giocare nella Challenger Pro League la prossima stagione, è soprattutto grazie alle prestazioni di Maxime Pau, autore di sette gol in ventisei partite di campionato. Un giocatore si è allenato al Lille, poi si è trasferito a Hyères e poi a Saint-Priest prima di approdare in Belgio e La Louvière.

In arrivo nel gennaio 2023, è sotto contratto con il suo attuale club fino al 2025 ma sarebbe, secondo le informazioni di Footmercato, sugli scaffali di Cercle de Bruges e Kortrijk.

Se la prima società riuscisse ad accedere ai playoff di Champions, la seconda dovrà disputare uno spareggio per evitare la retrocessione. Resta da vedere quale scelta farà Pau, che ha quindi l’opportunità di fare un passo importante nella sua carriera. A 24 anni può finalmente giocare ai massimi livelli e dimostrare che la gente aveva ragione ad avere un’alta stima di lui tra i giovani.

Pau è stato infatti un nazionale francese con l’Under 17 ma non è mai riuscito a trovare un posto nelle nazionali a livelli più alti.

-

PREV Messa per i bambini: il Papa dialoga con i più piccoli sulla Trinità
NEXT Cinque cose da sapere sulla 108esima edizione della 500 Miglia di Indianapolis