Juraj Slafkovsky e Cole Caufield affrontano pressioni diverse ai campionati del mondo

Juraj Slafkovsky e Cole Caufield affrontano pressioni diverse ai campionati del mondo
Juraj Slafkovsky e Cole Caufield affrontano pressioni diverse ai campionati del mondo
-

Era la seconda volta nel giro di una settimana che Cole Caufield e Juraj Slafkovsky, compagni di linea del canadese, si incrociavano al Campionato del Mondo. E per come si è svolto lunedì questo nuovo scontro tra Stati Uniti e Slovacchia, non possiamo che sperare in un altro incontro in fase eliminatoria.

Slafkovsky e gli slovacchi hanno inseguito il portiere Alex Nedeljkovic a metà partita e hanno tenuto a bada una spettacolare rimonta degli americani per vincere 5-4 ai tempi supplementari.

L’animosità c’era e non dovrebbe sorprendere che Brady Tkachuk e Martin Pospisil, il giovane agitatore dei Calgary Flames, fossero al centro dell’azione.

L’azione è stata più discreta di quanto sperassero i tifosi canadesi dalla parte di Caufield e Slafkovsky, anche se Slafkovsky ha orchestrato diversi buoni attacchi durante l’incontro.

La pressione su questi due giocatori è completamente diversa durante questo Mondiale.

Per Caufield il torneo potrà fornire argomenti atti a convincere la capolista a farlo Stati Uniti d’America L’hockey per trovargli un posto nella squadra olimpica del 2026, e anche per il torneo delle Quattro Nazioni NHL l’anno prossimo.

L’amministratore delegato della selezione americana, Bill Guerin, aveva lanciato un messaggio chiaro ai giocatori che in questo momento non sono sicuri di ritagliarsi una posizione. Ai suoi occhi la loro presenza al Mondiale era estremamente importante.

Voglio vedere impegno, e se un viaggio ai Caraibi è più importante del Campionato del Mondo, quello non è impegno“,”text”:”Voglio vedere il fidanzamento, e se un viaggio ai Caraibi è più importante del Campionato del mondo, quello non è fidanzamento”}}”> Voglio vedere impegno, e se un viaggio ai Caraibi è più importante del Campionato del Mondo, quello non è impegno gli aveva confidato Guerin L’Atletico alla fine di marzo.

Caufield ha colto il messaggio accettando di unirsi alla squadra americana, ma la partita di lunedì contro la Slovacchia non gli ha dato alcun argomento.

Ha dimostrato meno collusione con Tkachuk e Shane Pinto rispetto alla partita precedente contro la Germania. Capo allenatore Giovanni Hynes finì addirittura per sostituire Caufield con Trevor Zegras all’inizio del terzo periodo, e l’impennata di tre gol degli americani ha contribuito a convalidare la sua decisione. Caufield si ritrovò nel trio del giovane Will Smith, che avevamo visto pochissimo nei primi due impegni.

Poco visibile anche a livello di forza, il cecchino canadese ha avuto l’opportunità di brillare durante un power play a metà partita, ma ha sbagliato completamente due tiri in punti privilegiati del power play. Alla fine del secondo Caufield si riprende però con un tiro pericoloso che il portiere Samuel respinge Hlavaj.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Juraj Slafkovsky e Matt Boldy

Foto: AP / Darko Vojinovic

Se siamo abituati a vedere Caufield schierato nel cerchio sinistro quando il canadese sfrutta il suo vantaggio numerico, attualmente è utilizzato al centro dell’enclave all’interno della formazione americana, dove lo abbiamo visto una volta quando condivideva il ghiaccio con Zegras e Boldy al Programma di sviluppo nazionale degli Stati Uniti (USNTDP).

Caufield ha ancora diverse partite per trovare il suo slancio. Forse lo scontro contro la Francia giovedì lo aiuterà a ritrovare il suo orientamento.

Slafkovsky: l’idolo di un paese

Per Slafkovsky, indossare la divisa della Slovacchia in un torneo che si svolge a Ostrava, a quattro ore di macchina dalla sua città natale, comporta un diverso tipo di pressione. Rappresenta non solo il futuro, ma anche il presente dell’hockey slovacco, di cui è diventato il principale headliner. È nella posizione estremamente rara di essere più richiesto in patria che a Montreal quando gioca per il canadese.

Le immagini che arrivano dalla Repubblica Ceca – con la marea di maglie azzurre che portano la sua immagine e i tifosi in lizza per il suo autografo – sono eloquenti.

Ma Slafkovsky è felice di ereditare questo ruolo straordinario, ed è, tra le altre cose, questa facilità sotto pressione che ha convinto i reclutatori del CH a renderlo la prima scelta universale nel draft del 2022.

Finora Slafkovsky ha raccolto tre assist in tre partite della fase preliminare, ma non ci è riuscito https://twitter.com/HabsOnReddit/status/1787886016780489078 come ha fatto nella partita preparatoria:

Anche se lunedì è stato tenuto fuori dal referto, Slafkovsky è stato autore di un gol importante quando ha costretto un turnover del difensore Jake Sanderson per creare un attacco 2 contro 0 con Pospisil . Questo è stato frustrato da Nedeljkovic, ma l’attacco è continuato finché Simon Nemec non ha centrato il bersaglio per il 3-1 della Slovacchia.

La sequenza non sarebbe avvenuta senza la pressione di Slafkovsky.

Inizio del widget di Twitter. Saltare il widget?Fine del widget di Twitter. Tornare all’inizio del widget?

Slafkovsky ha anche creato diverse giocate che sono morte sui bastoni dei suoi compagni di linea Marek Hrivik e Peter Cehlarik. Le sue qualità nella protezione del disco e la sua visione di gioco gli hanno permesso di alimentarli in tutti i modi, compreso un perfetto passaggio trasversale che Hrivik non è riuscito a trasformare in gol nel secondo periodo.

Nel terzo periodo, Slafkovsky ha anche creato una grande occasione per segnare utilizzando abilmente il difensore Alex Vlasic come barriera prima di tirare in rete.

Non tutto è stato perfetto, ovviamente, con Slafkovsky vittima di un turnover nel primo periodo che ha portato ad una discesa due contro uno di Johnny Gaudreau e Matthew Boldy. L’esterno canadese, però, si è ripreso pochi istanti dopo, quando il suo vivace intervento in zona neutra ha permesso al compagno di squadra Andrej Kudrna di ottenere una fuga.

Anche se Pospisil è attualmente in testa alla classifica marcatori, il coinvolgimento e l’impatto di Slafkovsky sono evidenti.

Già cinque gol per Oliver Kapanen

Inoltre, i tifosi del canadese seguiranno con interesse la speranza finlandese Oliver Kapanen, attualmente in testa alla classifica marcatori del Mondiale con cinque successi in tre partite. Si è dimostrato abile nel contrastare i portieri avversari con deviazioni.

Inizio del widget di Twitter. Saltare il widget?Fine del widget di Twitter. Tornare all’inizio del widget?

La Finlandia ha avuto due partite abbastanza facili contro Gran Bretagna e Norvegia, e le cose si faranno finalmente difficili sabato contro il Canada. È comunque interessante vedere Kapanen, la seconda scelta del canadese nel 2021, approfittare della situazione.

Si diceva che il ventenne centro avrebbe lasciato la squadra KalPa, dove ha giocato in questa stagione, e si sarebbe unito al Laval Rocket la prossima stagione. Ha deciso però di firmare un contratto con il Timra, in Svezia, club gestito dal padre Kimmo. Possiamo ancora sperare che il canadese gli faccia firmare un contratto d’ingresso e che partecipi al ritiro in autunno, ma l’accordo con Timra garantisce che Kapanen, qualora dovesse essere tagliato, ritornerebbe in Europa anziché andare a giocare. Laval.

-

PREV Basket – Nazionale 1: supplementare fatale per l’Union nell’andata della semifinale a Saint-Vallier
NEXT CIC Esport Makers Awards: e i vincitori sono…