ATP: Novak Djokovic eliminato a Roma e in piena confusione

-

ROMA, Italia – Il numero 1 del mondo Novak Djokovic è stato eliminato domenica nel terzo turno del Masters 1000 di Roma, dominato dal cileno Alejandro Tabilo, 32esimo nel ranking ATP, 6-2, 6-3.

Due settimane prima del Roland-Garros (26 maggio-9 giugno), Djokovic, 36 anni, è nel più grande limbo: è ancora alla ricerca del suo primo titolo dell’anno e si sta evolvendo lontano dai suoi soliti standard.

Dobbiamo tornare al maggio 2017 per trovare tracce di una correzione analoga nel Masters 1000, quando “Djoko” fu surclassato da Rafael Nadal 6-2, 6-4 nella semifinale di Madrid.

Il serbo è apparso stremato, senza voglia, moltiplicando gli errori diretti in questo incontro, a due giorni da un doloroso e insolito contrattempo: venerdì sera è stato messo KO dalla bottiglia d’acqua caduta dalla borsa di uno spettatore mentre firmava autografi dopo la facile vittoria contro il francese Corentin Moutet (6-3, 6-1).

Con il cranio tagliato, è potuto tornare rapidamente al suo hotel, senza recarsi in ospedale, e si è allenato normalmente il giorno successivo.

Il giorno dopo l’eliminazione di Rafael Nadal, detentore del record di vittorie a Roma (10), il torneo romano perde un altro giocatore che ne ha segnato la storia.

Il serbo, sei volte vincitore della manifestazione, non lasciava così prematuramente il Foro Italico dal 2018 (eliminazione al 2° turno).

Si avvicinerà al secondo torneo del Grande Slam dell’anno con una fiducia singolarmente danneggiata, avendo giocato poco (cinque tornei) e con due semifinali (Australian Open, Monte-Carlo) come migliori risultati.

Dopo l’eliminazione a Monte-Carlo, ha saltato il Masters 1000 di Madrid per tornare ad allenarsi. Al suo arrivo a Roma ha assicurato di essere “sulla strada giusta per essere al massimo della forma al Roland-Garros”.

Prima era una zucca, poi il cielo romano, sotto forma di un Tabilo disinibito, gli cadde sulla testa.

Dimitrov rallenta Atmane

Non c’è stato nessun exploit per Terence Atmane: il francese, che prima di questa settimana aveva vinto solo una partita nel circuito ATP, ha retto bene, prima di subire la legge del bulgaro Grigor Dimitrov.

Atmane, che aveva superato le qualificazioni ed era 137esimo nel ranking ATP, ha perso in due set 7-6 (7/2), 6-3 contro la 10esima del mondo.

-

PREV Verstappen vince la gara sprint – rts.ch
NEXT con Brahim Diaz in gran forma, il Real Madrid corregge Cadice e può convalidare il titolo di campione di Spagna