Puck Pieterse campione europeo, ritiro di Pauline Ferrand-Prévôt

Puck Pieterse campione europeo, ritiro di Pauline Ferrand-Prévôt
Puck Pieterse campione europeo, ritiro di Pauline Ferrand-Prévôt
-

Dalla fitta nebbia che avvolge la foresta fangosa e terribilmente ghiacciata di Cheile Gradistei (Romania), è emerso Puck Pieterse: la 21enne olandese ha mantenuto anche questa domenica il titolo di campionessa europea. In solitaria ha vinto davanti all’austriaca Mona Mitterwallner (+1’11”) e alla tedesca Nina Benz (+2’14”).

Fino a metà percorso, Pieterse aveva Pauline Ferrand-Prévôt alle calcagna. Ma in condizioni difficili, sotto la pioggia e con una temperatura inferiore ai 5°C, la cinque volte campionessa del mondo ha subito una leggera caduta in un passaggio roccioso diventato scivoloso, provocando un incidente meccanico su una delle sue leve dei freni.

Un duello intenso in condizioni dantesche

Dopo essere ripartita, ha finalmente deciso di arrendersi al 5° dei 7 round. La francese aveva comunque avvertito prima di questa domenica che la questione non era il titolo: “È bello vincere le gare, ma l’obiettivo è prepararsi per il 28 luglio (Giorno della gara olimpica). Prendo tutte le gare come un allenamento, come un test per vedere cosa c’è da migliorare. Vincere non è l’obiettivo primario. »

La primavera della mountain bike è così governata da dinamiche eterogenee: le battaglie di inizio stagione per la francese contano già poco, con la selezione già acquisita, mentre molte delle sue avversarie stanno ancora giocando per la qualificazione ai Giochi.

Fin dal primo turno, però, Ferrand-Prévôt e Pieterse avevano ampliato il distacco sul resto del mondo (+24”) per ingaggiare un duello atteso. La francese ha addirittura sfruttato il suo vantaggio sull’avversaria per guadagnare qualche secondo di vantaggio nel turno successivo. Ma la tenace olandese è tornata, su un circuito bagnato dalla pioggia dove i piloti erano gelati. Poco dopo, quando ha ceduto un gap, Pauline Ferrand-Prévôt è caduta a bassa velocità, prima di arrendersi.

-

PREV “È la grande fretta! »: come si sta preparando il campionato francese di enduro kids
NEXT 100 anni del Parc Lescure a Bordeaux. Jean Pasquier, l’uomo che ha visto tutto dal Brasile-Cecoslovacchia del 1938