Rowing Bayonnais: “Abbiamo dimostrato carattere e giocato un grande rugby”, le reazioni dopo il Racing 92

Rowing Bayonnais: “Abbiamo dimostrato carattere e giocato un grande rugby”, le reazioni dopo il Racing 92
Rowing Bayonnais: “Abbiamo dimostrato carattere e giocato un grande rugby”, le reazioni dopo il Racing 92
-

Peserà inevitabilmente nel fare i conti di fine stagione. L’Canottaggio Bayonnais intasca una vittoria importantissima nella corsa a mantenerla, prendendo il sopravvento sul Racing 92 in una partita trasferita all’Auxerre (28-37). Le reazioni dei giocatori del Bayonne Denis Marchois e Tom Spring, dopo questo successo che, unito alla sconfitta del Montpellier a Castres (27-26), permette al Bayonne di prendere un’ulteriore opzione nella corsa per restare nella Top 14.

Denis Marchois (capitano del Bayonne):

“Non so se è il momento migliore, ma questa vittoria la prenderemo. In diverse occasioni non siamo andati lontano. Abbiamo avuto qualche delusione in trasferta, e recentemente in casa. Ci è mancato molto, molto contento della prestazione collettiva, di quello che abbiamo messo in campo. È il momento migliore per vincere fuori casa?

“Eppure abbiamo iniziato male. Da dentro ci diciamo che riescono a segnare mete troppo facilmente. Dopo il 2° e il 3° tentativo, le parole erano di concentrarsi sulla difesa. Sono riusciti a mettere un po’ di velocità e noi eravamo proprio di fronte dovevamo guardarli, comunicare tra loro e siamo riusciti a rinchiuderli dietro di noi.

“Per la squadra ci farà bene. Abbiamo dimostrato carattere, ma anche del bel rugby. Dobbiamo ancora migliorare sui fondamentali, come mischie e rimesse laterali. Secondo me non siamo stati abbastanza bravi. Gusto in questi Settori Intorno al 70esimo, abbiamo sentito che potevamo ottenere qualcosa quando abbiamo segnato i rigori di Camille (Lopez, ndr), ma ci abbiamo creduto fino alla fine. Eravamo tutti preoccupati all’inizio del 2° tempo impegnati in una resa dei conti e stasera siamo riusciti a mostrare carattere.

caricamento

Tom Spring (terzino del Bayonne):

“Sono felice di aver vinto questa partita, considerando le disillusioni passate. Sono soddisfatto di aver battuto Max (Spring, suo fratello) ma sono anche triste per lui. Non lo criticherò nemmeno, perché So cosa si prova, l’ho sperimentato l’anno scorso all’Arena, questo fatto di giocare con il cartellino rosso forse ci fa bene, succede in un momento importante, nel primo quarto d’ora e con questo caldo lo sapevamo che sarebbe stata la difesa a vincerci questa partita, questo era il discorso durante l’intervallo. Siamo riusciti ad essere pazienti, opportunisti facilmente nel primo periodo.

“Collettivamente siamo riusciti a fare la differenza e abbiamo giocato bene i tiri nonostante la qualità della squadra avversaria. È stata forse la partita più difficile di fine stagione, se guardiamo la classifica, e la abbiamo vinta E’ una buona cosa da ora in poi dobbiamo concentrarci sulle prossime partite. Non dobbiamo dire che la corsa per la sopravvivenza sia finita.

“All’inizio è stato complicato individualmente con questo caldo, ma con la palla in mano non mi sono fatto domande, tanto meno con 14, perché Cheikh sta liberando molto spazio in difesa Una grande stagione. Lo staff ha avuto fiducia in me in questo incontro e dovevo cogliere questa opportunità. Dovevo mostrare il meglio di me. C’erano tante persone in questo stadio, tante come Jean-Dauger e sicuramente di più solo regolarmente all’Arena Poi molti residenti di Bayonne molto fedeli hanno fatto il viaggio e li ringraziamo per questo.

Siya Kolisi (terza fila del Racing 92):

“Il cartellino rosso (ricevuto da Fabien Sanconnie al 15′, per il Racing) non è una scusa. Abbiamo commesso tanti errori tecnici. È molto imbarazzante. Tutti devono assumersi le responsabilità da ora in poi. Dobbiamo ricominciare da capo” Sono deluso, non ho portato abbastanza energia e leadership alla squadra: ho sbagliato un contrasto, ho fatto un attacco che ha dato una chance all’Aviron Bayonnais. Non sono orgoglioso.

caricamento

-

PREV Martigues perde l’occasione e vede rientrare Niort, le sei retrocesse si conoscono in Nazionale
NEXT I calciatori dell’US Orléans si assicurano il mantenimento in Nazionale battendo la Stella Rossa (2-1)