Andrey Rublev supera i suoi demoni e vince contro Giron

Andrey Rublev supera i suoi demoni e vince contro Giron
Andrey Rublev supera i suoi demoni e vince contro Giron
-

Non tutte le settimane sono uguali per Andrey Rublev. A Madrid vinse il torneo, piuttosto tranquillo in campo, trascorrendo gran parte delle sue notti senza dormire a causa di varie malattie. Ma sabato a Roma i demoni meno vecchi lo hanno ripreso contro Marco Giron, finalista di Dallas, sul quale ha finito per dominare (5-7, 6-4, 7-5).

Spesso lo abbiamo visto arrabbiarsi di nuovo, frustrato da queste mancanze di giornata e dai grandi colpi del tarchiato americano. Dopo aver condotto un set a zero, credevamo che il russo avesse fatto la parte più difficile pareggiando in un set e poi partendo con due shutout guidati a ritmo sostenuto. Ma le imprecisioni, i fastidi e le resistenze dell’americano stravolgono lo scenario. Sul 4-4, Rublev ha perso il servizio alla quarta break, prima che Giron, febbricitante a fine set, mollasse il suo impegno bianco al servizio della partita.

In questo finale di partita ad alta tensione, il russo è finalmente riuscito a scappare al 00:22 al suo terzo match point. Rublev, che qui non ha mai fatto meglio dei quarti di finale (nel 2021), ha lottato per ottenere il biglietto per il terzo turno dove lo attende Alexandre Müller. “ In campo ero molto arrabbiato per aver lasciato uscire le mie emozioniha reagito il vincitore. Per questo motivo ho perso molte opportunità. Meritavo di perdere, ma vale la pena conquistare qualsiasi vittoria. »

-

PREV VIDEO. Rugby: “Era una mossa da non fare…” Il brutto attacco di Matthieu Jalibert a Greg Alldritt, suo compagno di squadra del XV francese
NEXT “Si adatterebbe qui.”