tempo per la prima tappa di montagna

tempo per la prima tappa di montagna
Descriptive text here
-

Un primo grande incontro tra alpinisti. L’ottava tappa del Giro 2024, questo sabato 11 maggio tra Spoleto e Prati di Tivo, potrebbe lasciare il segno al termine della prima settimana. Tre le grandi salite in programma, compresa l’ultima salita in Abruzzo. Tutto fatto per Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)? Profilo, percorso, preferiti… Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa ottava tappa del Giro d’Italia.

Difficoltà: 5/5

I corridori partiranno da Spoleto, dove Robbie McEwen vinse in volata nel 2004 e dove Luis Felipe Laverde alzò le braccia dopo una fuga nel 2007. Si scontreranno fin dalla partenza con la Forca di Cerro (8,8 km al 4,3 %), fuori classifica delle montagne, prima di proseguire con la Forca Capistrello (16 km al 5,6%), primo grande pezzo della giornata.

I successivi 70 chilometri si svolgeranno su terreno collinare fino alla salita della Croce Abbio, i suoi 7,5 chilometri al 4,9% che precederanno una lunga discesa che porterà ai piedi dei Prati di Tivo. Una salita finale di 14,6 chilometri al 7% che non si scalava al Giro dal 1975 (vittoria per Giovanni Battaglin).

Il profilo dell’ottava tappa del Giro 2024. | FOTO: GIRO D’ITALIA
Visualizza a schermo intero
Il profilo dell’ottava tappa del Giro 2024. | FOTO: GIRO D’ITALIA

LEGGI ANCHE. Giro 2024. Data, percorso, tappe, trasmissione, favoriti, partecipanti… Tutto quello che c’è da sapere sul Giro d’Italia

Tadej Pogacar, chi altro?

Grande favorito e maglia rosa di questo Giro d’Italia, Tadej Pogacar sarà l’uomo da battere in questa ottava tappa. Soprattutto perché conosce bene il posto: tre anni fa vinse in solitaria in cima ai Prati di Tivo durante la Tirreno-Adriatico, sei secondi davanti a Simon Yates. Allora, chi farlo dubitare?

-

PREV Campionato del mondo IIHF: “Non sono stressato per il futuro”, afferma Pierre-Luc Dubois
NEXT L’OM cade a Reims e praticamente dice addio all’Europa