TOP 14: Racing 92 – Bayonne: “Contribuirà a sviluppare il rugby nell’Yonne” per la giocatrice locale Camille Chat

TOP 14: Racing 92 – Bayonne: “Contribuirà a sviluppare il rugby nell’Yonne” per la giocatrice locale Camille Chat
TOP 14: Racing 92 – Bayonne: “Contribuirà a sviluppare il rugby nell’Yonne” per la giocatrice locale Camille Chat
-

Rugby con la 23a giornata della TOP 14 questo sabato ad Auxerre (Yonne). Questa è una frase che gli Icaunai non sono abituati a leggere. Eccezionalmente, l’incontro tra Racing 92 e Aviron Bayonnais viene spostato allo stadio Abbé Deschamps. Una decisione che permette alla famiglia di Camille Chat di vedere il giocatore dell’Ile-de-France giocare sul suo terreno!

Immenso orgoglio per l’Yonne

Nella casa di Fabrice Chat, il papà di Camille, è l’andirivieni di amici e familiari per qualche giorno. Vengono tutti a ritirare i biglietti per vedere i bambini locali giocare all’Abbé Deschamps. “Tutti vogliono dei posti, per fortuna abbiamo avuto delle agevolazioni grazie al Racing, per una volta Camille gioca qui, ma ora dobbiamo distribuirli”. dice il padre tra due telefonate.

Intorno al tavolo, Laurent, membro della famiglia per matrimonio, non poteva mancare a questo incontro. Con i suoi due figli, anche il padre gioca a rugby. Quindi, ovviamente, la carriera di Camille Chat impressiona. “L’ho conosciuto quando era piccolo e turbolento. Aveva tante energie da spendere. È vero che vedere tutto quello che ha realizzato è motivo di grande orgoglio. E poter seguire l’abate Deschamps, è immenso. “

I cari di Camille Chat attorno a suo padre Fabrice ©Radio Francia
Nina VALETTE

Un sentimento di orgoglio condiviso da Fabrice Chat, molto legato a suo figlio. Sono molto orgoglioso che l’incontro si svolga ad Auxerre. Per una volta, è in zona, tutti potranno venire, parenti e amici, saranno lì. Inoltre, giocare nello stadio dell’AJA è ancora leggendario”, spiega il padre di Camille. “Non siamo in una terra di rugby. Qui è più una questione di calcio, quindi cambierà ed è eccezionale. E poi spero che questo farà sì che la gente locale voglia essere un po’ più interessata a questo sport molto nobile, dove c’è vero rispetto per l’arbitraggio, dove non c’è rischio in tribuna.”

“Contribuirà allo sviluppo del rugby nell’Yonne e in Borgogna e anche questo mi sta a cuore”.insiste Camille Chat. “Sono molto orgoglioso di rappresentare il Racing nella mia regione natale. Sarò ansioso di disputare una bella partita e di rappresentare il mio club, la mia famiglia, i miei amici e il mio paese, tra virgolette. Ed è anche il luogo in cui sono cresciuto. vedere le partite dell’Abbé Deschamps quando ero piccolo è per me un grande motivo di orgoglio”.

-

PREV VIDEO. Giochi Olimpici di Parigi 2024: perché il bacino di ritenzione di Austerlitz intriga così tanto i media stranieri
NEXT Masters 1000 Madrid – Jiri Lehecka in semifinale, dopo il ritiro per infortunio di Daniil Medvedev