la fiaccola è stata lanciata con Basile Boli, leggenda del calcio marsigliese

-
>>

Basile Boli, leggenda del calcio marsigliese, e Colette Cataldo, storica tifosa dell’OM, ​​il 9 maggio 2024, a Marsiglia, durante il passaggio della torcia olimpica. BENOIT TESSIER / REUTERS

Il passaggio della torcia olimpica è iniziato giovedì 9 maggio a Marsiglia, nell’emblematica basilica di Notre-Dame-de-la-Garde, dove Basile Boli, leggenda del calcio marsigliese, è stato il primo a portare la fiaccola, che arriverà a Parigi per i Giochi, che si svolgeranno dal 26 luglio all’11 agosto.

L’ex nazionale francese – unico marcatore della vittoria dell’Olympique Marsiglia (OM) nella finale della Coppa dei Campioni del 1993 – ha lanciato la staffetta sotto la famosa statua dorata della Buona Madre, che veglia sulla seconda città più grande del mondo. Francia.

Vestito di bianco, come tutti i portatori, ha poi passato il testimone, sotto un grande cielo azzurro, dando il comando “bacio della fiaccola” a Colette Cataldo, 83 anni, storica tifosa dell’OM, ​​che ha cantato Accendere il fuocodi Johnny Hallyday.

“Ecco qua, ti fa battere il cuore ed è fantastico. È la fiamma olimpica, è il simbolo dello sport, della convivenza, di tutto ciò che possiamo sperare nel mondo.”ha commentato Basile Boli. “Attenzione, la tua staffetta passerà molto velocemente, approfittane! »aveva detto in precedenza Tony Estanguet, presidente del Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024.

“Consegneremo questi momenti di festa ogni giorno”

“Nello sport la partenza è importanteHa aggiunto. Siamo partiti bene…ora ci siamo! Ogni giorno vi consegneremo questi momenti di festa e di emozione. » Diecimila tedofori si susseguiranno in quattrocento città della Francia fino alla cerimonia di apertura del 26 luglio.

Diverse decine di persone sono salite sulla collina per assistere a questo momento speciale e il cardinale Jean-Marc Aveline, arcivescovo di Marsiglia, era presente in pompa magna.

>>

THEO GIACOMETTI / HANS LUCAS PER “IL MONDO”

“È un piccolo risveglio muscolare, ma come le Olimpiadi in Francia, si svolgono una volta ogni cento anni, ne è valsa la pena”ha detto sorridendo Julie Landon, 36 anni, arrivata a piedi da un altro quartiere di Marsiglia. “Il passaggio dura pochi secondi, come il Tour de France, ma non importa, volevo partecipare. »

La fiamma deve continuare il suo percorso in basso, dove l’attendono centinaia di persone, molte delle quali appostate anche alle finestre dei palazzi. Marsiglia e Parigi sono le uniche due città attraversate per un’intera giornata dalla staffetta.

Il primo calderone olimpico è stato acceso mercoledì sera nel Porto Vecchio dal rapper marsigliese Jul, davanti a 150.000 persone, dopo una grandiosa parata marittima sul Mar Mediterraneo.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati La fiamma olimpica, il pubblico e il rapper Jul: a Marsiglia, una giornata di fervore popolare che “fa bene al morale”

Aggiungi alle tue selezioni

Il mondo con l’AFP

Riutilizza questo contenuto

-

PREV Fiamma olimpica a Marsiglia. Folla ingestibile, evacuazioni, concerto ritardato… Cos’è successo
NEXT “un peccato”, “musica di livello 0”… scelta di JUL profondamente rammaricata sui social network