cinque cose da sapere sulla carriera di Jean-Louis Gasset, allenatore dell’OM

cinque cose da sapere sulla carriera di Jean-Louis Gasset, allenatore dell’OM
cinque cose da sapere sulla carriera di Jean-Louis Gasset, allenatore dell’OM
-

Mentre la fiamma olimpica percorre la loro città, giovedì 9 maggio, i calciatori dell’Olympique Marsiglia sono in Italia, a Bergamo: affronteranno l’Atalanta nella gara di ritorno delle semifinali di Europa League (ore 21, diretta M6 e Canal+).

Dopo il pareggio dell’andata (1-1) allo Stade Vélodrome, i marsigliesi possono sperare di disputare la sesta finale europea nella storia del loro club.

Il loro allenatore Jean-Louis Gasset, a 70 anni, può sognare di imitare il belga Raymond Goethals che guidò l’OM al successo in Champions League nel 1993, all’età di 71 anni.

► Un meridionale di Montpellier

Jean-Louis Gasset è un meridionale, ovviamente. Ma gli specialisti degli accenti meridionali avranno notato che non è un marsigliese. È nato a Montpellier nel 1953 e ha trascorso gran parte della sua carriera nel club della capitale dell’Hérault, allora chiamato La Paillade.

Suo padre, Bernard Gasset, fu uno dei fondatori insieme a Louis Nicollin, e il centro sportivo del club oggi porta il suo nome.

Centrocampista, Jean-Louis Gasset ha giocato dal 1975 al 1985 nel Montpellier, da dilettante in divisione onoraria a professionista in prima divisione. Ha poi ricoperto a lungo il ruolo di vice allenatore, dal 1985 al 1998, prima della prima esperienza da capo allenatore nel 1998-1999.

► Una lunga carriera da assistente

Dopo aver allenato il Caen, Jean-Louis Gasset è diventato l’assistente di Luis Fernandez al Paris Saint-Germain dal 2001 al 2003. Ha seguito l’emblematico ex giocatore del PSG in Spagna, sulla panchina dell’Espanyol Barcelona.

Divenuto nuovamente capo allenatore dell’Istres in seconda divisione, Jean-Louis Gasset è poi seguito in quelle di Laurent Blanc, ex difensore del Montpellier e della squadra francese convertitosi ad allenatore. È stato il suo numero due ai Girondins de Bordeaux (2007-2010), nella squadra francese (2010-2012) e infine al Paris Saint-Germain (2013-2016).

Successivamente, la stella del PSG Zlatan Ibrahimovic ha sottolineato il suo ruolo essenziale nei buoni risultati della squadra in quel momento.

► Una visita riuscita a Saint-Étienne

Tornato a Montpellier nel gennaio 2017 per salvare la sua squadra del cuore dalla retrocessione, Jean-Louis Gasset ha depositato le valigie l’autunno successivo a Saint-Étienne, a metà della stagione 2017-2018, per prendere il posto di un allenatore spinto verso la chiave .

Mentre i Verdi si trovano in difficoltà, lui li porta al 7° posto nel campionato francese. Nel 2018-2019, sempre sotto il suo comando, lo Stéphanois ha raggiunto il 4° posto in Ligue 1 a fine stagione.

Tuttavia, in disaccordo con i dirigenti, Jean-Louis Gasset decide di fermarsi lì e torna a casa, a Montpellier, a 66 anni.

► Un’esperienza ivoriana

Dopo un periodo al Bordeaux nel 2020-2021, l’esperto tecnico accetta nella primavera del 2022 di guidare la selezione ivoriana in vista della Coppa d’Africa (CAN) organizzata dalla Costa d’Avorio nel 2023.

Deve essere stato il “L’ultima grande sfida” della sua carriera. È finita bruscamente. Dopo una sconfitta nella partita del girone CAN contro la Guinea Equatoriale (4-0), il 22 gennaio 2024, Jean-Louis Gasset è stato licenziato dal suo incarico. Oppure rassegnato da solo, le versioni sono divergenti…

Tuttavia, gli ivoriani alla fine hanno vinto il CAN senza di lui, davanti al pubblico di casa.

► Un lavoro temporaneo a Marsiglia

L’allenatore sembrava stare davvero bene questa volta quando è stato contattato nel febbraio 2024 dalla dirigenza dell’Olympique de Marsiglia. Si cercava urgentemente un successore dell’italiano Gennaro Gattuso, licenziato dal suo incarico e lui stesso terzo allenatore dell’OM dall’inizio di una stagione caotica.

Jean-Louis Gasset ha quindi accettato una semplice posizione provvisoria, a “missione di tre mesi” fino a fine maggio 2024. Il suo obiettivo? Salvare il salvabile, mentre la squadra si ritrova indietro in Ligue 1.

Il suo debutto è stato spettacolare, con cinque successi consecutivi. Da allora l’OM ha segnato il passo nel campionato. Ma al club manca solo una partita per raggiungere la finale europea.

-

PREV Calcio: l’arbitro Stéphanie Frappart evacuato dalla polizia, scena spaventosa nella finale di Coppa di Grecia
NEXT LIVE – Roland-Garros: Humbert raccoglie un set ovunque, Alcaraz si aspettava