I Knicks reagiscono (di nuovo) per respingere i Pacers • Basket USA

I Knicks reagiscono (di nuovo) per respingere i Pacers • Basket USA
I Knicks reagiscono (di nuovo) per respingere i Pacers • Basket USA
-

Dopo una dantesca Gara 1, conclusa con un lodo arbitrale impugnato ma confermato, Knicks E Pacers si incontrano per la decisiva Gara 2, sempre al Madison Square Garden. Quindi a casa, New York si fa carico di compiere la sua missione, che è quella di difendere il proprio campo (130-121), girando sul 2-0 dopo due partite e lasciando Indiana con le spalle al muro prima di cambiare stanza.

Un incontro che il franchise della “Grande Mela” ha cercato con le pinze, forte di un quintetto a dir poco efficace: Jalen Brunson (29 punti, 5 assist, 3 palle recuperate) – OG Anunoby (28 punti) – Donte DiVincenzo (28 punti) – Josh Hart (19 punti, 15 rimbalzi, 7 assist) – Isaia Hartenstein (14 punti, 12 rimbalzi, 8 assist). Inoltre, questo era necessario per resistere Tyrese Haliburton (34 punti, 9 assist, 6 rimbalzi, 3 palle recuperate), Obi Toppin (20 punti) o TJ McConnell (10 punti, 12 assist).

Da notare, tuttavia, l’uscita per infortunio di OG Anunoby durante la partita. Le immagini non fanno ben sperare, ma i fan newyorkesi tengono le dita incrociate…

Tyrese Haliburton più aggressivo nel gol

Davanti ad un pubblico (già) in delirio, i Knicks partono nel migliore dei modi: 24-13. Ben difeso, Jalen Brunson non forza nulla e lascia che l’OG Anunoby alimenti il ​​punteggio di New York, il tutto in modo aggressivo, nonostante le perdite di palla di Josh Hart. È dopo un timeout che i Pacers si svegliano, forti della panchina (Obi Toppin e TJ McConnell), dei rimbalzi offensivi ma soprattutto di Tyrese Haliburton, orientato al gol e che non esita a prendere in mano la situazione. Gli attacchi sono in festa e vanno colpo su colpo (36-36).

Privi di Jalen Brunson, colpito al piede destro, i Pacers hanno colto l’occasione per staccarsi gradualmente, approfittando dei Knicks che necessariamente hanno un po’ più di difficoltà offensiva, escluso OG Anunoby. Così il debuttante Ben Sheppard fa danni da 3 punti, Obi Toppin è ancora prezioso con il suo apporto e il divario aumenta poco a poco. Soprattutto quando Tyrese Haliburton alterna riprese di successo in esterni con buoni turni per i suoi interni. Un primo periodo a vantaggio dell’Indiana quindi (73-63), e New York dovrà fare in modo che la partita non si giochi con un ritmo più lento, che meglio le si addice.

Jalen Brunson, il re del giardino

Con il ritorno di Jalen Brunson, i Knicks ritrovano un po’ di colore grazie, in particolare, ad un grande impulso di Donte DiVincenzo, che fa molto bene all’inizio dell’intervallo. I Pacers sono completamente inefficaci e goffi in attacco, oltre a fallire in difesa, e quello che doveva succedere è successo: cambio di leader del punteggio. Tutto va bene per New York, finché OG Anunoby si infortuna alla coscia, probabilmente a livello muscolare. Costretto ad abbandonare, questo dà a Brunson l’opportunità di riprendere il suo ruolo di motore offensivo della squadra, con grande dispiacere di Indiana (99-91).

Sotto la guida dell’iperattivo TJ McConnell, che si concede da entrambe le parti con Pascal Siakam, i Pacers non si arrendono e ripartono in avvio di quarto quarto. Jalen Brunson è l’unico a creare qualcosa per i Knicks, su un filo con l’avvicinarsi del momento dei soldi. Per rimettersi in carreggiata, mostrano i muscoli e fanno giocate d’effetto, con Isaiah Hartenstein, mentre Brunson resta insostenibile nei momenti caldi e Donte DiVincenzo (ancora) piazza tiri da tre micidiali. Indiana scoppia, come un espulso Rick Carlisle, e New York suggella il 2-0 in un’atmosfera surriscaldata!

RICORDARE

I “Nova Boys” sono ancora in vetta. Jalen Brunson, Donte DiVincenzo e Josh Hart. Probabilmente i tre giocatori che meglio incarnano il successo attuale di questi Knicks che sicuramente non riusciremo mai a superare in combattività. Pronti a mettere a terra la propria vita, gli uomini di Tom Thibodeau continuano a superare ogni ostacolo (vedi sotto) e, nei momenti chiave, si affidano costantemente, e senza esitazione, al loro trio Brunson – DiVincenzo – Hart per mettere a segno il colpo. Menzione speciale ad un altro soldato, ovvero Isaiah Hartenstein, che non si risparmia mai sotto i pannelli.

OG Anunoby si unisce all’infermeria. Dopo Julius Randle, Bojan Bogdanovic e Mitchell Robinson, è l’OG Anunoby ad infortunarsi e, come i suoi tre compagni di squadra, potremmo non rivederlo per la stagione. Colpito al tendine del ginocchio in contropiede, mentre batteva i Pacers, ha subito rallentato e questa è il tipo di immagine che non rende bene. Vedremo quale sarà il verdetto della risonanza magnetica, ma l’assenza dell’esterno rischia di essere conteggiata tra settimane, indebolendo ulteriormente la rotazione di Tom Thibodeau. Soprattutto perché anche Jalen Brunson si è spaventato nel primo tempo, col piede/ginocchio destro, prima di rientrare…

L’Indiana aveva il posto giusto. Prima di tirare lo spillo alla fine, come Rick Carlisle furioso con gli arbitri, i Pacers hanno avuto l’occasione di ferire i Knicks e rubare questa Gara 2. Problema, nonostante un collettivo più profondo degli avversari, hanno notevolmente pagato il loro fallito inizio della seconda ripresa metà, quando Jalen Brunson è tornata e ha dato energia a tutta New York. Tuttavia, Tyrese Haliburton, Obi Toppin e TJ McConnell avevano messo Indy sulla strada giusta, ma tra il divario nel terzo quarto (18-36), una difesa alle strette e una mancanza di rigore nel “money-time”, impossibile sperare in meglio.

New York / 130 Scatti Rimbalzi
Giocatori minimo Scatti 3 punti L.F. O D T Pd Festa interno Bp Ct +/- Pt Val
O. Anunoby 28 19/10 4/7 4/6 1 3 4 3 1 0 0 1 +10 28 25
I. Hartenstein 39 5/7 0/0 4/4 4 8 12 8 1 0 1 1 +21 14 32
J.Brunson 32 18/11 3/6 4/6 0 2 2 5 2 3 2 0 +26 29 28
J.Hart 48 8/12 1/3 2/2 2 13 15 7 3 1 5 1 +9 19 34
D.DiVincenzo 44 10/20 6/12 2/2 2 4 6 4 1 1 1 0 +15 28 28
P.Achiuwa 28 4/5 0/0 0/0 3 2 5 0 4 0 0 0 -14 8 12
J.Toppin 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
D.Washington Jr. 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Signor McBride 20 1/4 0/2 2/2 0 0 0 1 2 0 0 0 -22 4 2
A. Burks 1 0/1 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 -1
C.Brown Jr. 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
49/86 14/30 18/22 12 32 44 28 14 5 9 3 130 160
Indiana / 121 Scatti Rimbalzi
Giocatori minimo Scatti 3 punti L.F. O D T Pd Festa interno Bp Ct +/- Pt Val
P.Siakam 36 7/18 0/3 0/2 5 4 9 2 3 0 0 1 -9 14 13
A.Nesmith 34 2/7 2/6 0/0 0 1 1 2 3 1 2 0 -19 6 3
Signor Turner 31 3/11 0/2 0/1 2 5 7 1 2 0 2 1 -21 6 4
A. Nembhard 27 7/9 1/3 0/0 0 0 0 4 5 0 1 0 -21 15 16
T.Haliburton 35 19/11 7/11 5/6 2 4 6 9 0 3 2 0 -17 34 41
O. Toppin 20 7/10 2/4 4/5 1 2 3 1 0 1 0 0 +9 20 21
I. Jackson 15 2/4 0/0 1/3 3 1 4 1 4 0 0 1 +11 5 7
O.Tshiebwe 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
TJ McConnell 23 5/9 0/1 0/0 1 3 4 12 0 0 2 0 +10 10 20
I.Wong 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
B.Sheppard 20 4/6 3/4 0/0 0 0 0 1 0 0 0 0 +12 11 10
D. Jackson 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
48/93 15/34 17/10 14 20 34 33 17 5 9 3 121 135

Come leggere le statistiche? Min = Minuti; Tiri = Tiri riusciti / Tiri tentati; 3 punti = 3 punti / 3 punti tentati; LF = tiri liberi effettuati/tiri liberi tentati; O = rimbalzo offensivo; D=rimbalzo difensivo; T = Rimbalzi totali; Pd = assist; Fte: Falli personali; Int = Intercetta; Bp = Palle perse; Ct: Contro; +/- = Differenza di punti quando il giocatore è in campo; Pti = Punti; Eval: valutazione del giocatore calcolata da azioni positive – azioni negative.

-

PREV WRC. Ogier alla 60esima vittoria, primo duello con Rovanperä, Fourmaux in agguato…Un rally portoghese che si preannuncia bollente
NEXT Ufficiale: lo Charleroi prende una nuova decisione che fa arrabbiare i suoi tifosi – Tutto il calcio