“Forse è giunto il momento di cambiare la nostra visione” giustifica Habib Beye alla sua partenza

“Forse è giunto il momento di cambiare la nostra visione” giustifica Habib Beye alla sua partenza
“Forse è giunto il momento di cambiare la nostra visione” giustifica Habib Beye alla sua partenza
-

Zapping del calcio nazionale Coupe de France: Calais, Quevilly, El-Biar, … le più grandi imprese della competizione

Era stato annunciato, ora è ufficiale. Mercoledì pomeriggio, la Stella Rossa ha infatti annunciato che Habib Beye non prolungherà la sua avventura sulla panchina audoniana. Presente sul set del Canal Champions Club, pochi minuti prima del calcio d’inizio della semifinale di ritorno di Champions League tra Real Madrid e Bayern Monaco, il consulente del canale criptato ha colto l’occasione per fornire la sua versione dei fatti. “L’ho annunciato già oggi ai miei giocatori e anche alla dirigenza. C’era un progetto che mi è stato affidato quasi tre anni fa con l’ambizione di passare alla Ligue 2. Oggi stiamo giungendo alla fine di questo progetto alla fine del campionato. il mio contratto il 30 giugno. Penso che abbiamo vissuto un’avventura umana eccezionale con i giocatori, abbiamo raggiunto l’obiettivo”, ha inizialmente affidato.

“E oggi, dal momento in cui abbiamo raggiunto questo obiettivo, mi sono detto che forse era il momento di cambiare la mia visione. Poiché voglio allenare ad altissimo livello, è per dire a noi stessi che abbiamo vissuto questa avventura umana non è nemmeno una separazione, è la fine di un’avventura con la società e con i giocatori, e già oggi ci concentreremo per finire le nostre due partite, andare a prendere il nostro trofeo e festeggiarlo insieme e poi avremo tempo per farlo concentrati sul futuro.”

Beye nega categoricamente di avere contatti con Reims

Dopo tre stagioni e un obiettivo raggiunto, l’ex giocatore professionista ha il sentimento del dovere compiuto. “È stato un passo, ho avuto tempo per costruirmi come allenatore con questo progetto per più di due anni e mezzo, l’anno scorso potevo già decidere di andare oltre. Mi sono preso il tempo per raggiungere gli obiettivi fissato per noi” prosegue, riferendosi in particolare alle richieste dell’Olympique Lyonnais in particolare. “Ho promesso al presidente di riportare il suo club al primo stadio di altissimo livello. Oggi la Stella Rossa è ai massimi livelli. Vuol dire che siamo riusciti nell’avventura soprattutto grazie alla forza dei giocatori siamo oggi è gratificante per me e per la società, ma soprattutto è il lavoro dei giocatori.

Poi Habib Beye ha concluso e ha annunciato che non esiste alcun contatto con lo Stade de Reims. “Oggi esprimo la mia ambizione. La mia ambizione è allenare ai massimi livelli. Mi restano ancora due partite, momenti da vivere con il cuore. Ma sì, ascolteremo con i miei consiglieri le opportunità che si presenteranno per allenare ai massimi livelli. livello, questa è una certezza. Colgo l’occasione per dire che ci sono molte voci che dicono che sono andato a Reims e che ho visitato le infrastrutture nel cuore della notte! nessuno, né il direttore sportivo, né il presidente, né le infrastrutture.”

Per riassumere

Era stato annunciato, ora è ufficiale. Questo mercoledì pomeriggio, la Stella Rossa ha infatti annunciato che Habib Beye non prolungherà la sua avventura sulla panchina audoniana. Presente sul set del Canal Champions Club, pochi minuti prima del calcio d’inizio della semifinale di ritorno di Champions League tra Real Madrid e Bayern Monaco, il consulente del canale criptato ha colto l’occasione per fornire la sua versione dei fatti.

-

PREV Un rinforzo di peso per il team Alpine F1
NEXT Mercato. Il giovane difensore dello Strasburgo Bradel Kiwa nel mirino dell’AS Monaco