Luis Enrique viene violentemente aggredito

Luis Enrique viene violentemente aggredito
Luis Enrique viene violentemente aggredito
-

Questo mercoledì, 8 maggio, Luis Enrique festeggia il suo 54esimo compleanno. Il tecnico spagnolo avrebbe festeggiato il suo compleanno con la qualificazione alla finale di Champions League. Ma non ci sarà la ciliegina sulla torta per l’ex allenatore del Barcellona. Ieri sera la sua squadra non è riuscita a prendere il sopravvento sul Borussia Dortmund. Un incontro che somigliava più o meno a quello dell’andata con un PSG non all’altezza dei fatti e al quale è mancata crudelmente lucidità nell’ultimo gesto e fortuna. I tedeschi hanno risposto collettivamente e hanno vinto 1-0 al Signal Iduna Park.

Il resto dopo questo annuncio

Dopo l’eliminazione della sua squadra, Luis Enrique non si è nascosto e ha assicurato di essere l’unico responsabile. Poi ha chiarito: “Abbiamo avuto 6 pali nelle due partite, 31 tiri, ma nessun gol, è quasi impossibile da credere. È il calcio, abbiamo fatto 3 “gol attesi”, loro 0,7, e sono stati loro a segnare. Questo è il livello alto. Lo accettiamo e proveremo a rialzarci per preparare la prossima”. Perché lo spagnolo il prossimo anno sarà lì ad ascoltarlo. Inoltre, Nasser Al-Khelaïfi si è irritato quando un giornalista gli ha chiesto del futuro di “Lucho”. Per lui è ovvio che l’asturiano ci sarà.

Leggere
Real Madrid: l’annuncio per Kylian Mbappé sarebbe imminente

Scelte che sono state individuate

Quest’ultimo seppe imporre il suo stile e i suoi metodi a Parigi. Ma questo non è stato sempre unanime, soprattutto per quanto riguarda la gestione di Kylian Mbappé. Ieri sera Luis Enrique ci ha provato schierando Gonçalo Ramos in prima linea nell’attacco e spostando il KM7 sulla fascia sinistra. Una scelta criticata, in particolare, da Samir Nasri. Sul set di Club dei Campioni del Canale, l’ex OM ritiene che avrebbe dovuto schierare Bradley Barcola a sinistra e mettere Mbappé in attacco. Avrebbe poi fatto entrare Gonçalo Ramos per sfruttare le occasioni nel finale di gara.

Il resto dopo questo annuncio

In difesa, l’allenatore parigino si è affidato a Lucas Beraldo per compensare l’assenza di Lucas Hernandez. Ma il brasiliano lascia andare la marcatura di Mats Hummels sulla porta tedesca. Una scelta che non ha ripagato Luis Enrique, anche lui lento nei cambi (entrati Barcola, Lee e Asensio). Per tutto il suo lavoro, Il gruppo gli ha dato un punteggio di 3 e ha chiarito che le sue scommesse non hanno pagato e questo “la sua squadra non ha mai vinto.” Da parte sua, Il parigino ritiene che la sua tattica fosse un po’ troppo accademica.

Critiche violente in Francia

Ma questo è niente in confronto alle critiche mosse da Daniel Riolo, che, come sappiamo, non ha nel cuore lo spagnolo. SU RMC Sportha dichiarato: “Ha fatto da guru al cervello di tutti. Avrebbe trovato la soluzione perché è il Vangelo, perché scende sulla Terra e trova soluzioni. Ma Terzic, che per molti è il perdente locale, gli ha dato due lezioni di calcio. Adesso abbiamo il genio, continueremo con lui per due anni, e ogni settimana avremo idee geniali Gifi. Sono stanco. Abbiamo depilato il culo e le décolleté di Luis Enrique perché era un vero genio.

Il resto dopo questo annuncio

SU Informazioni sulla FranciaAnche Bixente Lizarazu ha graffiato il tecnico dell’Ile-de-France. “Mancavano totalmente di umiltà. Fin dal sorteggio avevano la certezza di arrivare in finale. (…) Guardavano davvero dall’alto in basso il Borussia Dortmund. Quando già perdevi 1-0 (…), lui (Luis Enrique, ndr) disse che l’unica parola in francese che conosceva era “vinceremo”. Si è messo in mostra, ad un certo punto, ripaga. Prima di quella partita si diceva che il genio tattico fosse Luis Enrique. Abbiamo visto chiaramente che non è stato così, poiché è stato Edin Terzic a vincere questa battaglia.

La Spagna non è gentile con lui

Criticata anche la sua gestione di Mbappé: “Luis Enrique diceva che era un giocatore come tanti altri, a un certo punto paga in entrambe le direzioni”. In Spagna siamo della stessa opinione. Sul set diEl Chiringuitoun giornalista sbottò: “Luis Enrique ha dei meriti. Ha trasformato Kylian Mbappé, uno dei migliori giocatori al mondo, in un giocatore normale. Nel corso di un dibattito organizzato il Marcail giornalista Javi Amaro ha citato anche il caso dell’ex allenatore della nazionale spagnola e capitano dei Blues.

Il resto dopo questo annuncio

Da febbraio ad oggi Mbappé ha giocato due partite complete, ha sottolineato, lasciando intendere che la gestione di Luis Enrique non è stata delle migliori. Presente al suo fianco, David Bernabéu, c’era Cash. “Se Xavi Hernández, con questa squadra e teoricamente il miglior giocatore del mondo, non avesse segnato un gol contro il Borussia Dortmund, né all’andata né al ritorno, sarebbe stato criticato da ogni parte. Il PSG ha da anni un piano per vincere la Champions League. In Francia come in Spagna, Luis Enrique non è stato risparmiato.

Pub. IL 08/05/2024 13:02
Aggiornamento 08/05/2024 17:05

-

PREV Pro D2 – “Numeri 9 al timone”: i mediani di mischia Pro D2 giudicano il duello Samuel Marques-Léo Carbonneau durante Béziers-Brive
NEXT Tappa in Spagna ma testa al Tour de France: Remco Evenepoel intensifica la preparazione con una uscita mostruosa