Alexander Blessin e l’Unione vogliono scrivere la storia nella finale di Coppa: “Non siamo come Messi”

Alexander Blessin e l’Unione vogliono scrivere la storia nella finale di Coppa: “Non siamo come Messi”
Alexander Blessin e l’Unione vogliono scrivere la storia nella finale di Coppa: “Non siamo come Messi”
-

Entrando nella nuova sala stampa dello stadio King Baudouin, Alexander Blessin ha subito dato un’occhiata alla Coppa del Belgio posizionata sul tavolo principale. “Non toccarla”ha detto l’allenatore dell’Unione al suo capitano Anthony Moris passando senza volersi avvicinare troppo al momento della tradizionale foto. “Mi allontano un po’ dalla Coppa. Non mi piace, forse sarà nostro domani ma non è ancora così oggi.”

L’allenatore si era appena allenato sul bellissimo prato dello Stade Roi Baudouin con il gruppo al completo. Christian Burgess, infortunato domenica contro l’Anderlecht, era effettivamente presente e potrebbe mantenere il suo posto giovedì. “Si è allenato durante tutta la sessione ed è in formaha spiegato il sindacalista T1. Ha ricevuto un’iniezione per alleviare il dolore e la domanda è come reagirà. Domani prenderemo una decisione ma la prima sensazione è positiva.”

E in generale il feeling è positivo anche nel gruppo che parte con un piccolo vantaggio psicologico dopo aver battuto due volte l’Anversa due settimane fa. Anche se il nervosismo fa parte di questo tipo di momento storico. Non siamo come Messi che gioca le finali ogni stagione. Deve essere qualcosa di speciale e quindi è normale sentire l’adrenalina. La pressione fa parte dell’essere umano. Non è la scelta giusta prendere questa finale come una cosa del tutto normale. La cosa più importante sarà trovare l’equilibrio tra calma e concentrazione. Se troveremo il giusto equilibrio avremo buone possibilità di vincere la partita”.

L’Unione è pronta per la finale di Coppa.

In caso di vittoria, l’Unione vincerebbe la sua terza Coppa del Belgio della sua storia dopo quelle vinte nel 1913 e 1914… “Abbiamo la possibilità di scrivere una pagina nella storia del club, ha concluso Alex Blessin. L’ultimo titolo è stato tanto tempo fa, non ero nato (sorriso). Abbiamo una responsabilità verso i tifosi, il club e verso noi stessi. Quando ho saputo che ci saranno 20.000 tifosi dell’Union, è stato fantastico. Bisogna cogliere questa opportunità unica divertendosi.”

-

PREV Le cose stanno diventando più chiare tra il Nizza e Franck Haise
NEXT Mercato – OM: A Marsiglia si annuncia l’allenatore