Mehdi Bayat ha promesso qualcosa ai suoi giocatori? “Vogliamo camminare su questi Playdowns” – Tutto il calcio

-

Lo Charleroi domina i “Playoffs 3”, o Playdowns, come richiedeva il suo status. Non aspettarti di vedere le Zebre rallentare per l’ultima partita contro il Kortrijk.

Questa era la grande domanda: come avrebbe affrontato lo Sporting Charleroi questa trasferta in RWDM, ora che le Zebre avevano la certezza di rimanere in D1A? La risposta fu presto conosciuta. Lo Charleroi non ha forzato il calcio, ma è sembrato una spanna sopra l’RWDM e non ha trattenuto i tiri nel momento fatidico.

Nessuna polemica, quindi: lo Charleroi prende molto sul serio il suo ruolo di arbitro. “Ci divertiamo in campo, ci conosciamo sempre meglio e abbiamo un obiettivo”, ha dichiarato Etienne Camara, uno dei giocatori invernali più in vista, dopo l’incontro.

Il ruolo di Rik De Mil

Questo obiettivo è dimostrare che lo Sporting non c’entra nulla con i Playdown. “Vogliamo arrivare fino in fondo in questi Playdown, e ottenere una vittoria contro il Kortrijk, anche per prepararci alla prossima stagione. Siamo vincitori”, assicura Camara.

type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg">>>>>>>>>



©fotonews

Mehdi Bayat, secondo alcune fonti, avrebbe promesso un bonus se lo Charleroi avesse vinto le ultime due partite di questo mini-campionato. “Dobbiamo dimostrare che siamo capaci di realizzare questi playdown”, conferma Etienne Camara. “Riguardo alla sua promessa non lo so, vinceremo tutto e poi si vedrà (sorride).

Il centrocampista francese, arrivato dall’Udinese, sottolinea anche quanto Rik De Mil abbia creato una dinamica positiva. “Il cambio di allenatore ci ha fatto molto bene. C’è più disciplina, mettiamo le cose a posto e riusciamo a riprodurle nelle partite”, esulta Camara. “Da parte mia gioco una partita dopo l’altra, conosco meglio i miei compagni e l’allenatore ha davvero dato nuova linfa alla squadra per fare risultati”.

-

PREV Elite. Vittoria a Bourg-en-Bresse e Parigi, successo in finale a Monaco e Asvel
NEXT Grégoire Barrère, battuto da Alexander Bublik, ultimo eliminato al 1° turno al Roland-Garros