Calcio. Raymond Domenech perde la presidenza del sindacato allenatori

Calcio. Raymond Domenech perde la presidenza del sindacato allenatori
Calcio. Raymond Domenech perde la presidenza del sindacato allenatori
-

Uscita Raymond Domenech: l’assemblea generale del sindacato degli allenatori Unecatef ha votato lunedì alla Federcalcio francese la lista degli avversari di Raymond Domenech. Il presidente uscente non verrà riconfermato e la lista avversaria, eletta al completo, fornirà i 20 membri del comitato direttivo del sindacato. L’ex direttore dei centri di formazione del PSG e del Monaco, Bertrand Reuzeau è stato eletto presidente.

L’ex allenatore della Francia era al centro dell’attenzione sin dalla convocazione di questa assemblea generale. Alla guida dell’Unecatef dal 2016, Raymond Domenech non si è limitato a fare amicizia durante il suo mandato. In particolare Claude Le Roy, ex allenatore di Camerun, Ghana o Senegal, Jacky Bonnevay, ex assistente del Saint-Etienne, e Philippe Montanier, ex allenatore del Tolosa, che erano in procinto di estromettere Domenech.

LEGGI ANCHE. Ligue 1. “Canal+ non sarà il becchino del calcio francese”, dice Maxime Saada

In discussione lo stipendio di Domenech

Secondo il giornale Il gruppo , l’AG ha visto una spiegazione tra l’ex allenatore dei Blues e Jean-Philippe Séchet, giocatore del Metz negli anni ’90, sullo stipendio di 3.500 euro netti mensili di Raymond Domenech. Secondo il quotidiano sportivo, i conti sono stati comunque adottati dall’AG, con soli 7 voti contrari all’accordo regolamentato sullo stipendio di Domenech.

-

PREV Memorial Cup: i Drummondville Voltigeurs devono ora sperare di realizzare ciò che solo una squadra è riuscita a fare nella storia
NEXT La nuova ambizione di Zizou Bergs: “Spero di tornare a Parigi tra due mesi”