Teddy Riner affronterà Temur Rakhimov nella finale del Grande Slam di Dushanbe

-

Cinque settimane dopo la sua vittoria nel Grande Slam di Antalya (Turchia), il 31 marzo, Teddy Riner è tornato a gareggiare questa domenica a Dushanbe per il Grande Slam tagico. La campionessa del mondo dei +100 kg aspira a guadagnare punti per la classifica olimpica ed entrare così nella top 8 (da 9° a 14 punti dall’8° posto prima di questa domenica) per i Giochi Olimpici di Parigi di quest’estate, per essere testa di serie ed evitare un sorteggio troppo denso fino ai quarti di finale.

Esentato dal primo turno, Teddy Riner ha iniziato la sua competizione con una vittoria davanti a Munir Ertug, che non aveva mai incontrato in competizione. Il giovane turco (20 anni) nel 2023 era ancora junior ed era stato medaglia di bronzo mondiale. Ha pagato caro la sua giovinezza, quando si è lanciato in un’azione sulla schiena che Riner si è affrettato a restituire a suo vantaggio per immobilizzarlo a terra. Un ippon in saccoccia per il guadalupano (35 anni).

Nei quarti di finale, Riner ha ritrovato Losseni Kone, che aveva dominato in quella stessa tappa del Grande Slam di Parigi il 4 febbraio, competizione che aveva vinto per l’ottava volta. Il tedesco, settimo in “Europa” 2024, è partito velocemente per attaccare il francese, ma un po’ troppo frettolosamente. Senza farsi prendere dal panico, Teddy Riner aspettò l’opportunità di eseguire un successivo movimento dell’anca a terra. Ippon.

Verso la terza vittoria del Grande Slam quest’anno

In semifinale, Teddy Riner ha affrontato Denis Batchaev, un russo (19 anni) che l’anno scorso era ancora junior. Giovane ma non senza judo: agli ottavi di finale ha avuto la meglio su Martti Puumalainen, campione d’Europa nel 2023, che precedeva Riner in classifica (8° con 14 punti di vantaggio) prima di questo Grande Slam. L’eliminazione del finlandese tornerà quindi utile al francese, che probabilmente avrebbe voluto affrontarlo finalmente in una competizione ufficiale, proprio per “averlo tra le mani”, in caso di duello ai Giochi Olimpici di quest’estate.

Nelle ultime quattro, Teddy Riner ha inflitto un ippon a Denis Batchaev su un calcio di zampa (o-soto-gari) a 1’32” dal gong alla prima vera occasione. In finale, il francese affronterà il tagico Temur Rakhimov, vincitore ai rigori (un po’ generosi per alcuni) nella semifinale di Magomedomarov (Emirati Arabi Uniti).

Riner lo ha battuto nelle semifinali dei Campionati del mondo 2023 a Doha, dove è stato incoronato dei pesi massimi per l’undicesima volta. Il tagiko precede in classifica Riner di 300 punti (6°). In caso di successo, il francese incasserebbe 1.000 punti. Se vincesse, al termine del programma di questa domenica, Teddy Riner vincerebbe il suo terzo Grande Slam, in altrettante partite nel 2024, dopo Parigi e Antalya. Potrà quindi continuare la sua preparazione per i Giochi Olimpici di Parigi in tutta tranquillità. E quindi, forse, considera di non gareggiare ai Mondiali di Abu Dhabi il 23 maggio.

-

PREV PSG: Kylian Mbappé organizza la serata d’addio in un ristorante parigino, 250 invitati compreso Macron
NEXT Festival dell’Armatura: la freschezza del portoghese di Braga vince a Plougonvelin