Il Bayern Monaco ha designato la sua nuova priorità per la sua panchina

Il Bayern Monaco ha designato la sua nuova priorità per la sua panchina
Il Bayern Monaco ha designato la sua nuova priorità per la sua panchina
-

Xabi Alonso, Julian Nagelsmann, Unai Emery e Ralf Rangnick. Tutti questi allenatori sono stati contattati nelle ultime settimane dalla dirigenza del Bayern Monaco, che desidera trovare il successore di Thomas Tuchel. Ma tutti hanno rifiutato e hanno preferito continuare con i club o le selezioni con cui sono già impegnati. L’ultimo a dire no è stato Rangnick. Ma i residenti dell’Allianz Arena ci hanno creduto. Ma il tecnico 65enne ha preferito proseguire a braccetto con l’Austria, che guiderà dunque ancora per qualche anno.

Il resto dopo questo annuncio

Ieri, Sport 1 indicava anche che le teste pensanti bavaresi erano cadute da un luogo molto alto poiché pensavano di chiudere il caso molto rapidamente. I tedeschi dovranno dunque ricominciare a cercare un allenatore, dopo aver subito quattro rifiuti. Il che è molto “imbarazzante” secondo Immagine. Un quinto rifiuto sarebbe vissuto come una terribile umiliazione. Il direttore sportivo Max Eberl, così come gli altri dirigenti, si sono quindi rimessi al lavoro, loro che non vogliono più commettere errori. Da ieri qualche nome è uscito dal cilindro qua e là.

Leggere
Il Bayern Monaco pensa a Rudi Garcia

I tecnici hanno apprezzato ma…

Immagine fa il punto anche sui brani del Rekordmeister. Apprendiamo così che il profilo di Roberto De Zerbi è ancora apprezzato. Ma l’italiano ha un grande staff con cui vuole firmare. Il che pone un problema a Monaco, dove ci sono dubbi anche sulla sua volontà di restare a lungo termine. Inoltre, i suoi recenti risultati con la sua squadra non hanno necessariamente convinto. Segue anche Erik ten Hag, che ha già allenato l’Under 23 del club dal 2013 al 2015. L’olandese, che potrebbe lasciare il Manchester United, può immaginarsi in Baviera. Lì abbiamo ancora dei dubbi su questa scelta dopo il fallimento con i Red Devils.

Il resto dopo questo annuncio

José Mourinho ha il vantaggio di essere libero e di avere una solida esperienza ad alto livello. Del resto il portoghese ha nel mirino il club tedesco, avendo rifiutato diverse offerte in attesa di un’apertura con il Bayern Monaco. Ma il suo carattere non è unanime all’interno della squadra di Monaco. L’esatto contrario di Zinedine Zidane. Libero, il francese ha un’aura e una grande esperienza. Ma il fatto di non padroneggiare la lingua pone alcuni problemi. Inoltre, in Germania si ritiene che non sia noto per essere un grande tattico.

Il Bayern Monaco ha già un obiettivo in mente

Antonio Conte, anche lui libero, è considerato un allenatore troppo difensivo. Vengono citati anche Martin Demichelis (River Plate), Mark van Bommel (Anversa) e Joachim Löw (libero), ma per ragioni diverse queste strade sembrano improbabili. Il gruppo dal canto suo cita in alternativa il nome di Rudi Garcia (libero). Ma è difficile immaginarlo a Monaco, soprattutto dopo il recente fallimento a Napoli. D’altronde due allenatori sembrano ancora favoriti dai tedeschi. C’è Hans Dieter Flick. La parte vecchia della casa è libera e commerciabile.

Il resto dopo questo annuncio

Ma vuole essere a lungo termine e non ricoprire ruoli temporanei per preparare il terreno a Xabi Alonso in uno o due anni. In ogni caso non è il favorito della capolista. Infatti, nel suo podcast, Immagine rivela che la nuova priorità è Roger Schmidt. Inserito al Benfica, non è garantito che continui lì. Lo stile di gioco offensivo che offre è molto popolare. Inoltre conosce bene Christoph Freund, con il quale ha collaborato durante la sua permanenza a Salisburgo. L’allenatore sotto contratto fino al 2026 è “in cima alla lista” di Eberl & co Immagine. Una scommessa rischiosa, visto che ha ancora una clausola da 30 milioni di euro. Per il tecnico tedesco bisognerebbe quindi trattare con il Benfica. Una nuova telenovela in arrivo per i bavaresi.

Pub. IL 05/03/2024 11:00
Aggiornamento 05/03/2024 15:26

-

PREV “Un successo made in France, quello della squadra ciclistica mondiale Decathlon-AG2R” di Jean-Baptiste Renet
NEXT Il progetto sorprendente di Ancelotti con Courtois