Zhou Guanyu punta ad un “progetto a lungo termine” in F1

Zhou Guanyu punta ad un “progetto a lungo termine” in F1
Zhou Guanyu punta ad un “progetto a lungo termine” in F1
-

Mentre la scena del trasferimento si sta lentamente preparando per la stagione 2025, Sauber/Audi ha già avanzato le sue pedine, formalizzandole Nico Hulkenberg per il prossimo anno, poi per il 2026, quando la struttura svizzera passerà definitivamente sotto il controllo del produttore.

Un annuncio che lascia ormai vacante un solo posto in Sauber per il 2025, e che implica inevitabilmente la partenza di uno dei due piloti attualmente ingaggiati dalla struttura di Hinwil, Valtteri Bottas E Zhou Guanyuentrambi in scadenza di contratto alla fine della stagione 2024.

A Zhou, attualmente alla sua terza stagione in F1, è stato chiesto delle sue prospettive future giovedì, in vista del Gran Premio di Miami. “Cerco di concentrarmi sempre su ciò che è meglio in termini di un progetto a lungo termine che mi dà grande motivazione,” disse il nativo di Shanghai. “Mi sento abbastanza a mio agio per rimanere sulla griglia di partenza il prossimo anno.”

“Mi sembra che sia ancora un po’ presto” si tempra, tuttavia. “Certo per noi piloti non è un processo facile, nelle ultime gare diciamo che un pilota prende già il posto per i prossimi anni, ma questo non ha cambiato molto il mio approccio”.

“Cerco sempre di dare tutto quello che ho in pista perché voglio dimostrare alla gente che sono capace di fare questo per il mio futuro. Questa è la cosa più importante. È un grande mercato di piloti che potrebbe cambiare l’anno prossimo, quindi penso che coglieremo ogni opportunità e proveremo a vedere cosa è meglio per me e per il mio futuro in F1”.

Un ritorno all’Alpine in vista?

Pilota della Renault Sport Academy, poi Alpine Academy in Formula 2, dal 2019 al 2021, Zhou Guanyu ha lasciato l’ovile della Casa francese, con la quale ha disputato i suoi primi test in F1, per approdare all’Alfa Romeo Sauber all’inizio del 2022. stagione.

Oggi a lui si associano voci che lo vedono tornare sotto i colori dell’Alpine nel 2025, nel caso Pierre Gasly o Esteban Oconi cui contratti scadranno anche alla fine della stagione 2024, non lascerà la squadra francese il prossimo anno.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

Guanyu Zhou ha già vestito i colori dell’Alpine in passato, come collaudatore.

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Zhou non esclude questa ipotesi e ammette di aver mantenuto buoni rapporti con il suo ex datore di lavoro. Da parte sua, dovrebbe accogliere con favore l’arrivo di un pilota cinese, la cui popolarità è esplosa nel suo Paese, come dimostrato dall’entusiasmo dei tifosi nei suoi confronti durante l’ultimo Gran Premio della Cina.

“Ho lasciato la Renault non perché ci siamo litigati, perché penso che tutto sia andato bene, ma semplicemente perché c’era un solo posto disponibile, ed era Sauber/Alfa Romeo, quindi mi hanno rilasciato”, Ha aggiunto.

“E questa è una sorta di fine del mio contratto con l’Academy che mi ha promosso in F1. Quindi sì, penso che il rapporto sia ancora lì. E in termini di opportunità, penso che ci sia. Ma quanto? Non lo sono certo. È troppo presto per dirlo, ma ovviamente sto cercando di vedere cosa funziona meglio per me.”

Con Frankie Mao, commenti raccolti da Mandi Curi

-

PREV Boston strappa la prima vittoria contro l’Indiana
NEXT Calcio. Il nordirlandese McKinstry nominato allenatore del Gambia