Sei personalità illustri premiate all’Assemblea nazionale

-

Mercoledì 1 maggio 2024

Il Presidente dell’Assemblea Nazionale del Quebec, Sig.Me Nathalie Roy ha consegnato la Medaglia d’Onore dell’Assemblea Nazionale a sei persone eccezionali, tre donne e tre uomini:

  • il signor Yoshua Bengio;
  • Sig. Jean Lapointe, postumo;
  • Sig. Jean-François Lépine;
  • MMe Chantal Machabee
  • MMe Marjorie Villefranche;
  • MMe Kim Yaroshevskaya.

La Medaglia d’Onore dell’Assemblea Nazionale del Quebec viene assegnata a personalità di diversa estrazione che, attraverso le loro azioni, i loro valori, la loro carriera e il loro impegno, meritano il riconoscimento dei membri dell’Assemblea Nazionale e della società del Quebec. Queste personalità vengono scelte da un comitato di selezione composto dal presidente e dai deputati che rappresentano tutti i gruppi parlamentari.

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

Da sinistra a destra, prima fila: MMe Marjorie Villefranche, Sig. Mario Laframboise, Sig. Yoshua Bengio, Sig.Me Nathalie Roy, MMe Chantal Machabée, signor Marc Tanguay
Seconda fila: MMe Catherine Lapointe, MMe Alejandra Zaga Mendez, il signor Jean-François Lépine, il signor Joël Arseneau

I destinatari

Signor Yoshua Bengio

Considerato a livello mondiale come uno dei padri dell’intelligenza artificiale e del deep learning, Yoshua Bengio è un’autorità leader nel suo campo. Titolare di un dottorato alla McGill University, è oggi professore ordinario all’Università di Montreal e direttore scientifico del Mila, l’Istituto di Intelligenza Artificiale del Quebec, di cui è anche il fondatore. Il suo lavoro e la sua notorietà contribuiscono a fare del Quebec un vero e proprio centro di attrazione nel campo dell’intelligenza artificiale. Consapevole sia dei progressi redditizi resi possibili dall’intelligenza artificiale sia dei possibili abusi di usi dannosi, questo eccezionale divulgatore e comunicatore conduce le sue ricerche con l’obiettivo di servire il bene comune e l’interesse delle nostre società prima degli interessi finanziari. Grande umanista, dimostra notevole etica e senso morale, riconosciuti dai suoi coetanei.

Il signor Yoshua Bengio riceve la sua medaglia dalle mani della signora Nathalie Roy

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

Il Sig. Yoshua Bengio riceve la sua medaglia dalle mani del Sig.Me Nathalie Roy

Signor Jean Lapointe

Monumento della cultura del Quebec, il signor Jean Lapointe, morto nel 2022, è ancora presente nei cuori delle numerose generazioni che ha segnato durante la sua prolifica carriera. Dotato di una sensibilità e di un senso dell’umorismo incrollabili, ha fatto “piangere” il suo pubblico come nessun altro. Cantautore, umorista e attore, si è fatto conoscere per la prima volta a Jérolas, al fianco di Jérôme Lemay, prima di intraprendere una carriera da solista sul piccolo e grande schermo e sui palcoscenici dei teatri del Quebec e dell’Europa francofona. Ha inoltre dedicato gran parte della sua vita alla lotta contro la dipendenza. La Maison e la Fondazione Jean Lapointe rappresentano, secondo lui, la sua eredità più importante. Nominato senatore nel 2001, ha portato avanti queste lotte a Ottawa. Il suo talento di artista, le sue qualità di filantropo e il suo impegno sociale lasciano al Quebec un’eredità culturale e comunitaria.

La signora Catherine Lapointe ha reso omaggio a suo padre, il signor Jean Lapointe.

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

MMe Catherine Lapointe ha reso omaggio a suo padre, il signor Jean Lapointe.

Signor Jean-François Lépine

Illustre giornalista, reporter, conduttore e comunicatore, il signor Jean-François Lépine osserva con imparzialità e lucidità il nostro mondo da più di 50 anni, di cui 42 anni su Radio-Canada. Questo testimone privilegiato dei grandi eventi che hanno segnato la storia contemporanea ha fatto il suo debutto su Radio-Canada nel 1971, prima di diventare corrispondente parlamentare dell’Assemblea nazionale del Quebec. Successivamente corrispondente in Cina, Francia e Israele, ha poi condotto programmi prestigiosi come Problemi, Le Point, Zona franca e Un’ora sulla Terra. Nel corso della sua carriera, il signor Lépine ha dimostrato una dedizione sconfinata nel riportare informazioni di qualità. Specialista in questioni geopolitiche e notizie internazionali, è rinomato per il rigore dei suoi reportage e la sua incomparabile capacità di rendere accessibili argomenti complessi.

La brillante carriera del signor Jean-François Lépine è stata sottolineata dalla signora Nathalie Roy.

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

La brillante carriera del Sig. Jean-François Lépine è stata evidenziata dal Sig.Me Nathalie Roy.

La signora Chantal Machabee

La carriera di MMe Chantal Machabée è un susseguirsi di triplette. Molto presto, MMe Machabée ha mostrato determinazione nel realizzare il suo sogno e diventare giornalista sportivo quando il settore era prevalentemente maschile. Pioniera in questo campo, ha aperto la strada diventando la prima donna in Quebec ad aver condotto un notiziario sportivo e la trasmissione televisiva dei Montreal Canadiens, oltre ad aver seguito gli allenamenti in viaggio e a casa. Si è distinta anche durante sette Giochi Olimpici, di cui due volte come conduttrice. Per più di 32 anni ha brillato con la sua professionalità, conoscenza e competenza sulle onde radio di Sports Network (RDS). Oggi il vicepresidente delle comunicazioni per il canadese, MMe Machabée continua a ispirare le donne che desiderano intraprendere percorsi di carriera atipici.

Da sinistra a destra: Sig.ra Alejandra Zaga Mendez, Sig. Mario Laframboise, Sig.ra Chantal Machabée, Sig.ra Nathalie Roy, Sig. Marc Tanguay, Sig. Joël Arseneau

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

Da sinistra a destra: MMe Alejandra Zaga Mendez, Mario Laframboise, MMe Chantal Machabee, MMe Nathalie Roy, il signor Marc Tanguay, il signor Joël Arseneau

La signora Marjorie Villefranche

Figura di impegno sociale e voce forte della richiesta di uguaglianza, MMe Marjorie Villefranche si dedica da oltre 40 anni a facilitare l’integrazione e la partecipazione civica degli immigrati. Prima volontaria, poi dipendente della Maison d’Haïti, ne è la direttrice generale dal 2011. La Maison d’Haïti, fondata nel 1972 per sostenere la comunità haitiana, oggi sostiene persone di ogni origine, in particolare haitiani e afro-americani. discendenti e nuovi arrivati. Famosa per i suoi discorsi femministi e inclusivi, MMe Villefranche partecipa attivamente alla costruzione di una società libera da discriminazioni e pregiudizi, i cui membri sono tutti uguali. I suoi valori di democrazia, solidarietà, apertura e condivisione si riflettono nelle sue azioni e nel suo contributo alla convivenza e al bene comune.

Da sinistra a destra: Sig.ra Alejandra Zaga Mendez, Sig. Mario Laframboise, Sig.ra Marjorie Villefranche, Sig.ra Nathalie Roy, Sig. Marc Tanguay, Sig. Joël Arseneau

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

Da sinistra a destra: MMe Alejandra Zaga Mendez, Mario Laframboise, MMe Marjorie Villefranche, MMe Nathalie Roy, il signor Marc Tanguay, il signor Joël Arseneau

La signora Kim Yaroshevskaya

Appassionato di danza, musica e teatro, MMe Kim Yaroshevskaya ha interpretato per più di 15 anni, dal 1956 al 1971, Fanfreluche, una bambola cult dell’infanzia di centinaia di migliaia di giovani del Quebec. Dal 1977 al 1987 ha interpretato la parte della nonna premurosa Chiave maestra. Grazie a questi personaggi, generazioni hanno capito di avere la forza per sconfiggere orchi e streghe e di reinventare il corso delle cose, e soprattutto che i libri contengono avventure meravigliose. MMe Kim Yaroshevskaya è un’artista multidisciplinare esperta, insegnante occasionale, narratrice di talento, scrittrice, ideatrice e creatrice, che si distingue sul palco e davanti alle telecamere. Lei che parlava solo russo quando arrivò in Quebec nel 1934, all’età di 10 anni, imparò il francese fino a padroneggiarne le sottigliezze e la magia, fino a far rivivere e risplendere la cultura dell’espressione francese in Quebec.

La signora Nathalie Roy ha applaudito calorosamente il talento della signora Kim Yaroshevskaya.

Collezione dell’Assemblea Nazionale, Martin Houde, fotografo.

MMe Nathalie Roy ha applaudito calorosamente il talento di MMe Kim Yaroshevskaya.

-

PREV Formula 1, Gran Premio di Miami – Sfumature di blu, ma non di più: la Ferrari svela la sua livrea speciale e delude
NEXT Lucas Hernandez fuori per infortunio, preoccupazione per il Paris e per i Blues