La Russia accusa il presidente del CIO di aver complottato per escludere i suoi atleti dalle Olimpiadi

La Russia accusa il presidente del CIO di aver complottato per escludere i suoi atleti dalle Olimpiadi
Descriptive text here
-

La Russia denuncia un complotto contro il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO). La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha lanciato l’accusa dopo che due russi conosciuti come Vovan e Lexus hanno diffuso la registrazione di una conversazione con Thomas Bach in cui era stato falsamente indotto a credere che stesse parlando con un funzionario sportivo africano.

Secondo quanto riferito, Bach ha affermato nella chiamata che il CIO ha creato un comitato speciale per monitorare i media e Internet per garantire che gli atleti russi che hanno fatto dichiarazioni politiche a sostegno del loro governo non possano partecipare alle Olimpiadi.

Abbiamo anche offerto alla parte ucraina – non solo proposta, ma richiesta – di fornirci le loro conoscenze sul comportamento di tali atleti o funzionari (Russi)”, si può sentire Bach dire in inglese nella registrazione.

Il CIO denuncia una “bufala”

Anticipando la pubblicazione di questo audio, il CIO ha dichiarato il mese scorso che Bach era stato vittima di un “ scherzo “.

L’organismo olimpico ha annunciato pubblicamente la creazione di un comitato di revisione per valutare l’idoneità di ogni atleta russo o bielorusso qualificato per Parigi 2024. Per poter competere, gli atleti non devono aver sostenuto attivamente la guerra in Ucraina e non devono essere sotto contratto con nessuna agenzia militare o di sicurezza.

-

PREV Triathlon. Léo Bergère manda un segnale forte prima delle Olimpiadi del 2024 vincendo l’Ironman di Valence
NEXT Vinicius prende in giro Fermin Lopez per la sua celebrazione a Bellingham