il primo caso indigeno del 2024 rilevato in Francia

il primo caso indigeno del 2024 rilevato in Francia
il primo caso indigeno del 2024 rilevato in Francia
-

Avevamo torto.

Quando abbiamo creato Reporterre nel 2013, pensavamo che la questione ecologica mancasse di copertura mediatica.

Ci siamo detti che sarebbe bastato che la popolazione e i decisori politici fossero informati, che giornali e televisioni si occupassero dell’argomento, perché le cose andassero avanti.

Oggi sappiamo che ci sbagliavamo.

In Francia e nel mondo, la stragrande maggioranza dei media è ormai nelle mani degli ultra-ricchi.

Le relazioni di IPCC sono commentati tra due annunci di Fuoristrada.

Gli scettici climatici sono al potere in molte democrazie.

Sappiamo oggi che l’emergenza ecologica non ha bisogno della stampa : ha bisogno di una stampa indipendente da ogni pressione economica.

A casa Reporterreda 11 anni scegliamo il giornalismo ad accesso libero e senza pubblicità.

La nostra struttura no-profit, senza azionisti o proprietari miliardari, ci permette di indagare liberamente. Nessuno modifica ciò che pubblichiamo.

Ma questo lavoro ha un costo.

Quello degli stipendi dei nostri 26 giornalisti e dipendenti.

Quella dei reportage realizzati sul campo, il più vicino possibile alle lotte.

Quella delle centinaia di migliaia di newsletter inviate ogni settimana per informarti.

Nel 2023, Supportati 39.257 donatori Reporterre : queste donazioni rappresentano il 98% del nostro reddito.

Dai più modesti ai più importanti, sono i garanti di un lavoro giornalistico serio e indipendente, capace di portare avanti la causa ecologica.

Qualunque sia il tuo mezzo, lavoriamo per te.

Insieme possiamo agire.

Se puoi, scegli il supporto mensile, a partire da solo 1€. Bastano meno di due minuti e ogni mese avrai un forte impatto a favore del giornalismo indipendente dedicato all’ecologia. Grazie.

Sostengo Reporterre

-

PREV Vacanze fanno rima con vigilanza
NEXT Crack e cocaina stanno esplodendo in Svizzera e questo si spiega