Non dovresti più usare la spugna magica (anche se è così efficace)

Non dovresti più usare la spugna magica (anche se è così efficace)
Non dovresti più usare la spugna magica (anche se è così efficace)
-

Le spugne magiche sono nel mirino degli scienziati. Secondo uno studio sono molto inquinanti.

Noto per eliminare le macchie più ostinate, la spugna magica è un must per molte persone. Esistono anche marche diverse e prezzi diversi, ma il principio è sempre lo stesso. Questa spugna è realizzata in schiuma di melammina, un prodotto leggermente abrasivo, che consente la pulizia senza prodotti chimici. Fin qui tutto bene.

Ebbene no, in realtà, perché la spugna magica non farebbe affatto bene all’ambiente e alla salute, secondo un recente studio. Il suo utilizzo produce troppe microplastiche, secondo gli scienziati.

Microplastiche: inquinamento invisibile ma pericoloso

« L’abrasione delle fibre tessili sintetiche è un fattore importante nella produzione di fibre microplastiche (MPF) nell’ambiente », sottolineano i ricercatori. Più specificatamente hanno osservato che: « L’usura della spugna potrebbe rilasciare 6,5 milioni di MPF/g, il che potrebbe suggerire un’emissione globale di 4,9 trilioni di MPF dovuta a questo prodotto. Il nostro studio rivela quindi una fonte finora sconosciuta di contaminazione ambientale da microplastiche ed evidenzia la necessità di valutare i rischi di esposizione associati a questo fenomeno..

Leggi anche: Casa: I 3 prodotti essenziali secondo un igienista

Risultati più che preoccupanti se sappiamo quanto è diffuso questo prodotto. Le microplastiche sono onnipresenti nel nostro ambiente e costituiscono una minaccia per gli esseri viventi (inquinamento acquatico). Secondo uno studio del 2019, ogni settimana mangiamo e respiriamo l’equivalente di 5 grammi di particelle di plastica, il peso di una carta di credito.


-

PREV Netto calo in Europa dell’influenza aviaria che sta scatenando il caos negli Stati Uniti e in Canada
NEXT Crack e cocaina stanno esplodendo in Svizzera e questo si spiega