Il cambiamento climatico potrebbe peggiorare le malattie neurologiche!

Il cambiamento climatico potrebbe peggiorare le malattie neurologiche!
Il cambiamento climatico potrebbe peggiorare le malattie neurologiche!
-

Alzheimer, epilessia, sclerosi multipla, emicrania… Variazioni meteorologiche causate direttamente da cambiamenti climaticicambiamenti climatici rischiano di aggravare i disturbi ad essi legati patologiepatologie neurologico. Questa è la conclusione di uno studio pubblicato questa settimana dalCollege universitario da Londra.

Il silenzio può farti impazzire? Intervista agli ex detenuti

Qual è l’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute mentale e più specificatamente sul sistema nervoso? Questa è la domanda che si pone il team di Sanjay Sisodiya, professore all’UniversitàCollege universitario da Londra. I ricercatori hanno effettuato a meta-analisimeta-analisi che raccoglie 332 articoli pubblicati in tutto il mondo tra il 1968 e il 2023, relativi ai potenziali effetti dei cambiamenti climatici sull’ambiente malattie neurologichemalattie neurologiche.

Esistono prove evidenti dell’impatto del clima su alcune malattie del cervello, in particolare incidentiincidenti Infezioni cerebrali vascolari e del sistema nervoso », sottolinea il professor Sisodiya in un comunicato stampa.

Le temperature estreme possono peggiorare i disturbi neurologici

Un totale di 19 malattie neurologiche (selezionate dallo studio Carico globale delle malattie 2016)) sono stati studiati, tra cui ictus, emicrania, Il morbo di AlzheimerIl morbo di Alzheimermeningite,epilessiaepilessia e il sclerosi multiplasclerosi multipla. Sono stati presi in considerazione altri disturbi, come ansia, depressione e schizofrenia.

Pubblicato sulla rivista La Neurologia Lancetta, la ricerca mostra che le temperature estreme (sia basse che alte) possono esacerbare i disturbi legati alle malattie neurologiche. Temperature notturne più elevate possono, ad esempio, disturbare il sonnosonno. Oro, ” il sonno scarso peggiora una serie di condizioni cerebrali », sottolinea lo studio.

Persone colpite da demenzademenza sono anche particolarmente vulnerabili agli eventi meteorologici estremi come inondazioni o incendi boschivi, nella misura in cui “ il deterioramento cognitivo può limitare la loro capacità di adattare il proprio comportamento ai cambiamenti ambientali », spiegano i ricercatori.

Riscaldamento globale: i suoi impatti sulla salute nel sud-est della Francia

Gli autori di questo lavoro insistono sulla necessità di proseguire la ricerca, dato che la crisi climatica continua a peggiorare. “ Il concetto di ansia climatica rappresenta un’ulteriore, potenzialmente pesante influenza: molte patologie cerebrali sono associate a un rischio più elevato di disturbi psichiatrici », sottolinea il professor Sisodiya. Prima di aggiungere: “ Esistono pochi studi che stimano le conseguenze sulla salute delle malattie cerebrali nei futuri scenari climatici, rendendo difficile la pianificazione a lungo termine. “.

-

NEXT risorse ma anche punti di vigilanza