Per combattere le zanzare, la città di Tolosa distribuisce gratuitamente trappole

Per combattere le zanzare, la città di Tolosa distribuisce gratuitamente trappole
Per combattere le zanzare, la città di Tolosa distribuisce gratuitamente trappole
-

Dal 1° maggio, nella Francia metropolitana sono stati segnalati 98 casi di febbre dengue. Le autorità temono una catena di trasmissione autoctona, attraverso la zanzara tigre. Così, per arginare la presenza dell’insetto, il comune di Tolosa ha deciso di distribuire gratuitamente delle trappole ai residenti che ne fanno richiesta.

Interrompono la vita di molti residenti di Tolosa. Sono tornate le zanzare, a causa della pioggia e delle temperature primaverili. Zanzare e più in particolare la temuta zanzara tigre, vettore di malattie come la dengue, di cui dal 1° maggio si sono registrati 98 casi nella Francia metropolitana.

Per far fronte a questo problema, il municipio propone ai tolosani delle trappole che hanno già dimostrato la loro efficacia. I kit vengono distribuiti durante la settimana. Ed è gratuito. La trappola si presenta come un piatto di 20 cm di diametro. È fatto di plastica e deve contenere acqua per attirare le zanzare. Una breve spiegazione per chi è venuto a ritirare il kit.

“Si prende la coppetta, si mette la zanzariera e dentro si mette il cono, con il foglio di colla”, spiega Françoise Ampoulange, vicesindaco, che coordina l’operazione.

Dati raccolti

Il sistema è già stato testato con successo per diversi mesi nelle zone più colpite della città. Raphaël spera che la trappola funzioni per lui.

“Il processo è chiarissimo, semplicissimo, senza elettricità o altro, così facile da configurare, tutto quello che devi fare è testarlo”, afferma.

Il prescelto ha un obiettivo molto specifico. “Si tratta soprattutto di sensibilizzare gli abitanti di Tolosa sul fatto che ci sono cose da fare per evitare di essere attaccati dalle zanzare”, spiega.

Una volta al mese, i dati raccolti dai proprietari delle trappole verranno trasmessi a una start-up e al CNRS. Diranno se è necessario amplificare i trattamenti nelle zone più infestate. Questo test su vasta scala durerà fino al prossimo settembre.

Jean-Wilfried Forquès con Guillaume Descours

Articoli principali

-

PREV Controllo dei vettori: ARS Ile de France rafforza la sorveglianza della zanzara tigre da maggio a novembre 2024 (Comunicato stampa)
NEXT Menopausa: quanto durano i suoi sintomi caratteristici?