Missione emergenze psichiatriche: svelati 4 assi

Missione emergenze psichiatriche: svelati 4 assi
Missione emergenze psichiatriche: svelati 4 assi
-

Designate alla fine del 2023 co-relatori per una missione sulle emergenze psichiatriche, i deputati Nicole Dubré-Chirat (Rinascimento, Maine-et-Loire) e Sandrine Rousseau (Écologie-Nupes, Parigi) fanno un aggiornamento dei loro lavori prima della presentazione della loro relazione alla fine di giugno. Comunicato.

Da gennaio hanno effettuato viaggiare in tutta la Francia incontrare professionisti e utenti della psichiatria, osservare le difficoltà che affrontano. Si è osservata una situazione di grande fragilità in psichiatria e pratiche che mettono in pericolo sia i pazienti che i professionisti (contenzione, mancanza di letti, mancanza di personale). Se è vero che le spese rimborsate per malattie psichiatriche e cure croniche con psicofarmaci rappresentano la prima voce di spesa dell’assicurazione sanitaria davanti a tumori e malattie cardiovascolari, come spiegare l’abbandono di questo settore?

L’obiettivo della missione conoscitiva è quello di affrontare la questione della psichiatria da tutte le prospettive, e non solo attraverso la questione ospedaliera, tenendo conto dei problemi di salute mentale delle persone detenute, dei migranti, dei giovani e dei bambini assistiti dall’assistenza infantile, all’estero , genere… Con il viaggio, le decine di ore di udienze effettuate hanno permesso di arrivare ad una serie di raccomandazioni, che saranno presentate sotto forma di relazione al Comitato Affari Sociali a fine giugno 2024.

Le aree prioritarie di azione che stanno emergendo sono:

  • Evitare visite al pronto soccorso che possono rappresentare esperienze traumatiche per pazienti e professionisti
  • Quando l’ingresso in cura comporta il miglioramento delle condizioni di accoglienza nei dipartimenti di emergenza
  • Strutturare e snellire il percorso intra ed extra ospedaliero del paziente al fine di renderlo più leggibile e accessibile
  • Agire sulle condizioni di lavoro e sulla formazione per rendere la psichiatria attraente

Per rispondere alle aspettative dei professionisti che hanno condiviso le urgenti necessità della psichiatria in Francia, invitiamo il governo a fare proprie le conclusioni che saranno presentate nel rapporto e a renderle un piano nazionale di “psichiatria” su larga scala come il “piano cancro” che, alcuni anni fa, ha permesso di compiere notevoli progressi nella cura e nell’abolizione del tabù attorno a questa malattia. Nel corso dello studio della legge sul finanziamento della previdenza sociale, Nicole Dubré Chirat e Sandrine Rousseau presenteranno degli emendamenti in linea con le osservazioni fatte durante la missione d’informazione.

Sandrine Rousseau, deputata al Parlamento di Parigi
Nicole Dubré-Chirat, deputata del Parlamento del Maine-et-Loire

-

PREV Allerta CO2, che ha raggiunto un livello record
NEXT Cancro: quali sono i vantaggi per i partecipanti agli studi clinici?