Nerac. Il grande ritorno dell’Albret Duck Race

Nerac. Il grande ritorno dell’Albret Duck Race
Nerac. Il grande ritorno dell’Albret Duck Race
-

l’essenziale
Adottare un’anatra e gettarla nelle acque della Baïse, questa è la sfida lanciata ai Néracais questa domenica 19 maggio. L’obiettivo è sostenere un’associazione e soprattutto conquistare il primo posto, sotto lo sguardo degli organizzatori del Rotary Club Néracais.

Forte del successo ottenuto nel 2019 e poi nel 2022, il Rotary Club di Nérac organizza ancora una volta la grande corsa delle anatre, l’Albret Duck Race 2024.

La manifestazione avrà luogo il 19 maggio alle 15 sulle banchine della Baïse a Nérac, tra i due ponti.

Un duplice obiettivo, sostenere l’associazionismo e tutelare l’ambiente.

Acquistando una papera i partecipanti scelgono l’associazione che desiderano sostenere. Per ogni biglietto venduto viene devoluto 1,50€ all’associazione nominata.

L’altra parte dei profitti viene utilizzata per finanziare le azioni ambientali del Rotary. Le anatre da bagno sono quindi disponibili per l’adozione al prezzo di 5 euro. Ogni anatra è numerata per la gara. Il 19 maggio, tutte le anatre da bagno adottate si lanciano nella corrente della Baïse per una gara spettacolare. Vinceranno le prime 40 anatre che taglieranno il traguardo. Il primo lotto è un’auto elettrica AMI Citroën, il 2° lotto è una bicicletta elettrica Atom City Wave, il 3° una bicicletta elettrica Vaucluse, poi altri 37 lotti. Il giorno della gara, davanti alla zona dell’Albret, sono previsti food truck, rinfreschi, intrattenimento musicale e stand delle associazioni partner.

Quasi 70 anni di esistenza per il Rotary Club Néracais

Fin dalla sua creazione nel 1957, il club Neracais è rimasto fedele al motto del Rotary: “Servire per primo”. Questa associazione riunisce membri di ogni estrazione professionale, medici, agricoltori, imprenditori, ecc., che agiscono per soddisfare le esigenze più urgenti sia a livello locale che all’estero. Da 67 anni vengono realizzate numerose azioni e il club Nérac si caratterizza in particolare per il suo forte sostegno ai giovani. Il club è molto attivo nel programma di scambio giovanile internazionale. Ogni anno permette ad uno o due studenti neracais di andare all’estero e accoglie due stranieri che vengono a vivere un anno scolastico ad Albret. Durante tutto l’anno il club investe in altre azioni locali, nel banco alimentare per la raccolta di cibo o nell’Istituto francese del sangue per promuovere la donazione di sangue. A livello nazionale e internazionale, il club lavora per la ricerca sulle malattie del cervello (Espoir en tête) o per l’eradicazione della poliomielite nel mondo (programma POLIO+). Anche l’aspetto ambientale viene ora pienamente preso in considerazione. Il Rotary conta 1,2 milioni di soci in tutto il mondo, in più di 220 paesi e 35.000 club.

-

PREV Il gel sviluppato dall’università svizzera rende l’alcol innocuo
NEXT Un uomo reunionese di 62 anni è morto questo mercoledì di leptospirosi: “Ho perso mio padre così all’improvviso”