Carie: come avviene la devitalizzazione di un dente?

Carie: come avviene la devitalizzazione di un dente?
Carie: come avviene la devitalizzazione di un dente?
-

Quando una carie corrode il dente e raggiunge la zona della polpa, appare il dolore. I dentisti effettuano quindi una devitalizzazione. Ma in cosa consiste? Risponde il dottor Philippe Pommarède.

La redazione di Allo Docteurs

Scritto sopra 05/11/2024

Denti: cos’è la devitalizzazione? —
La rivista della salute – Francia 5

Un dente è costituito da diversi strati, di cui il “polpa”, una zona carnosa e vascolarizzata, che rifornisce i tessuti dentali e conferisce sensibilità al dente. Quando una cavità raggiunge la polpa, appare il dolore. “Siamo quindi in emergenza, dobbiamo evitare di arrivare a quel punto” avverte il dottor Pommarède, presidente del Consiglio dell’Ordine dei chirurghi odontoiatri. Per rimuovere questa polpa è quindi necessario un intervento: si tratta della depolpazione, meglio conosciuta dai pazienti con il nome di devitalizzazione. Come viene effettuata questa operazione?

Primo passo: disinfettare il dente

La devitalizzazione è un atto tecnico. Innanzitutto, strumenti rotanti aleseranno i canali per allargarli. Ci sono tre di questi canali. “ma sui molari superiori puoi averne quattro”.

Questo è quando la polpa viene rimossa. In questa lacuna appena creata, il dentista disinfetta poi l’interno del dente con ipoclorito.

Inserimento dei coni di guttaperca

Dopo aver disinfettato l’interno del dente, il dentista inserisce le punte di guttaperca, punte coniche flessibili e isolanti di origine naturale. “Si tagliano i coni di gutta e poi li si termoforma” spiega il dottor Pommarède. “E prenderà esattamente il diametro del canale mentre verso l’apice, la fine, è molto più sottile”.

L’intera operazione si effettua con la diga dentale, questo quadrato di lattice impermeabile che copre la bocca. Ciò permette di isolare uno o più denti dal resto del cavo orale, permettendo al dentista di agire protetto dalla saliva prevenendo un’eccessiva contaminazione.

Leggi anche: Presto un farmaco rivoluzionario per far ricrescere i denti?

Le corone sono ora supportate

“Naturalmente, quando il dente è fatiscente con cavità profonde, viene successivamente realizzata una corona” informa il dottor Pommarède. Questi ora vengono coperti insieme al resto a costo zero, e i prezzi sono imposti: i praticanti sono tenuti a rispettarli. Nel caso dei premolari in ceramica il prezzo è di 500€. Per quanto riguarda i denti posteriori, costano circa 290€.

Tuttavia, in quest’ultimo caso, “si tratta di corone metalliche che rimangono a carica zero” precisa il dottor Pommarède. “Se il paziente desidera avere la ceramica sui denti posteriori, dovrà essere effettuato un preventivo con le diverse soluzioni possibili, corona in metallo o ceramica. Ma in questo caso c’è un eccesso di canone che è gratuito”, finalmente avverte.

-

PREV Questo alimento stagionale ha molti benefici per la salute: aiuta a perdere peso e a purificare i reni
NEXT L’intelligence è a sinistra, ci dice un giornale di sinistra