Una sessantina i ricoveri in un mese a causa dell’influenza • TNTV Tahiti Nui Télévision

-

Negli studi medici, i medici hanno notato un afflusso di pazienti nelle ultime settimane. “ Stiamo assistendo ad una recrudescenza di una sindrome virale con febbre, forti attacchi di stanchezza, dolori e mal di testa piuttosto forti che stanno sgonfiando i pazienti. », testimonia David Prevost, medico generico a Papeete.

La colpa è di un nuovo onda significativa » influenza che colpisce la Polinesia da diverse settimane. “ La maggior parte di questi sono influenza di tipo A, H1N1. Ma a volte ci sono piccole variazioni, il che significa che anche se lo abbiamo catturato l’anno precedente, possiamo riprenderlo.spiega il dottor Henri-Pierre Mallet, direttore dell’Ufficio di sorveglianza sanitaria.

Secondo lui, ” i ricoveri nelle ultime 4 settimane sono stati una sessantina, solo all’ospedale di Taaone “. E ” Da 5 a 6 morti » sono da deplorare in questo periodo. “ L’influenza non è banale », sottolinea il dottor Mallet. “ Purtroppo non esiste un trattamento specifico (…) Le persone fragili devono consultare tempestivamente per poter essere curate rapidamente. Per le persone sane, il trattamento è più basilare. Devi idratarti bene e prendere Paracetamolo », aggiunge questo.

Sono elencati anche alcuni casi di febbre dengue, che “ complica un po’ le cose », i sintomi delle due malattie talvolta sono simili. “ Ma con l’influenza si tossisce. Questo non è il caso della dengue », nota Henri-Pierre Mallet.

Negli studi medici, i medici hanno notato un afflusso di pazienti nelle ultime settimane. (Credito: TNTV)

Abbiamo da 1 a 2 epidemie di influenza all’anno. È qualcosa di costante. Uno è più legato al virus che viene dall’emisfero settentrionale, dopo l’inverno (…) e l’altro, all’inverno australe, che viene dal Sud, nei mesi di luglio e agosto. Ecco, è un po’ atipico, perché siamo un po’ a metà tra i due “, sottolinea.

Tuttavia, l’attuale situazione sanitaria non è “ insolito “. “ Conosciamo già il livello che abbiamo nelle ondate maggiori (…), ma dobbiamo rimanere vigili “. E questo, mentre i Giochi Olimpici si avvicinano sempre più e, con essi, l’arrivo di diverse delegazioni dai 4 angoli del globo.

Avevamo previsto il fatto che durante i Giochi avremmo potuto avere delle epidemie. Possiamo sperare che per allora l’epidemia influenzale si sarà attenuata, perché in genere dura solo poche settimane. Per la dengue, purtroppo, temiamo che si diffonda, anche se per il momento la situazione è relativamente tranquilla », precisa il responsabile dell’Ufficio Vigilanza Sanitaria.

Per evitare il proliferare dell’epidemia influenzale, le autorità raccomandano l’applicazione di gesti barriera. “ I malati devono assolutamente isolarsi come abbiamo fatto per il Covid. Se mai dovessi entrare in contatto con altre persone, devi indossare una maschera e lavarti spesso le mani”, conclude il dottor Mallet. Anche le persone più vulnerabili possono essere vaccinate per proteggersi dal virus.

-

PREV Prostata ingrossata: quando preoccuparsi?
NEXT Secondo questo studio, questa spezia poco conosciuta è perfetta per regolare lo zucchero nel sangue ed eliminare le tossine dal corpo