il nuovo fenomeno che sta rovinando la vita delle donne a 30 anni

il nuovo fenomeno che sta rovinando la vita delle donne a 30 anni
il nuovo fenomeno che sta rovinando la vita delle donne a 30 anni
-

Il termine “seconda pubertà” sta acquisendo sempre più importanza e riguarda le donne interessate.

Se mentre ti avvicini ai trent’anni i tuoi fianchi si allargano, un’eruzione di acne ti rende la vita difficile o hai difficoltà a gestire la rabbia in eccesso, sappi che non sei solo. Il termine “seconda pubertà” sta acquisendo sempre più importanza e riguarda le donne interessate. “È un termine di recente diffusione, utilizzato per descrivere i disturbi lamentati da alcune giovani donne, generalmente tra i 25 e i 30 anni” spiega il dottor Pierre Nys, endocrinologo, specializzato in squilibri ormonali. Si parla di “pubertà” ma il disturbo colpisce le donne adulte. “La confusione potrebbe venire dai nostri amici australiani. Credono che l’adolescenza continui fino all’età di 24-25 anni, principalmente a causa dell’ingresso sociologicamente tardivo nell’età adulta.”

Ricomparsa dell’acne, allargamento dei fianchi…

Durante la prima pubertà (quella vera), che avviene generalmente intorno ai 10-11 anni, le ragazze vedono la comparsa di discreti peli pubici, lo sviluppo delle ghiandole mammarie e un’accelerazione della crescita. Durante la seconda “pubertà”, invece, le donne si lamentano “la ricomparsa di acne moderata, cambiamenti di peso e di silhouette (come l’ingrossamento del bacino), nonché sensazioni di gonfiore (soprattutto al seno)” nota l’endocrinologo. A causa di cosa ?

►”La seconda pubertà può essere legata a disturbi ormonali, talvolta minimi, di origine essenzialmente ovarica, talvolta surrenale, o molto più raramente ipofisaria.

►”IL Lo stress cronico è una delle principali cause di squilibri ormonali, in particolare quelli surrenali. Pertanto, le secrezioni di aldosterone (ormone della ritenzione idrica) e cortisolo (l’ormone dello stress stesso) sono disregolate e possono dare inizio ai disturbi.

► Cambiamento della pillola contraccettiva o uso prolungato di pillole non adatte.

► Interferenti endocrini: “Le materie plastiche, i coloranti, i conservanti, ma anche i prodotti per la cura della pelle, il trucco, i profumi… Tutti hanno un’azione cosiddetta ‘ormonale’, riproducendo in modo eccessivo le consuete attività ormonali, mediante un’azione diretta sui recettori” ricorda l’esperto.

► Troppo zucchero: “Il fegato è responsabile della regolazione di numerosi equilibri ormonali. Se la sua funzione è compromessa, può contribuire a una scarsa armonia ormonale. Le ragioni più comuni di questo danno epatico, alle età considerate, sono la combinazione di una dieta povera, soprattutto di zuccheri in eccesso, e aumento di peso.

La domanda da porsi

Il Dr. Pierre Nys consiglia quindi di prestare attenzione alle nuove abitudini: “Se soffri di questa seconda pubertà, scopri se hai cambiato il tuo stile di vita (nuovo trucco, cura della pelle, ecc.) o la tua dieta.” Se è così, devi solo sradicarli per combattere il problema. “In caso di disregolazione ormonale legata ad uno squilibrio delle ovaie o delle ghiandole surrenali, può essere necessario un trattamento transitorio per ripristinare la funzione adeguata” spiega l’endocrinologo. “Poiché ogni caso è particolare, il consiglio di un medico può essere necessario se i problemi peggiorano o persistono, ma sappi che queste situazioni sono rare”.

-

PREV Health Canada approva un nuovo trattamento per i gatti diabetici
NEXT In macchina, quando fa caldo, è meglio far circolare l’aria