Ecco l’impianto antizanzare da installare in tutte le tue finestre, per spaventarle

-

Citronella, menta piperita, lavanda… Anche un’altra pianta repellente per le zanzare è formidabile contro questi insetti. Quale ?

Non appena ritorna il bel tempo, passiamo di nuovo sempre più tempo all’aria aperta. Che tu abbia un balcone o un giardino, è molto piacevole stare fuori per ricaricare le batterie, sia per mangiare che per leggere al sole. Purtroppo il ritorno della primavera porta con sé anche il ritorno dei piccoli insetti. Tra i più fastidiosi? Zanzare! Fastidiosi a causa delle loro punture pruriginose, possono però essere scacciati con alcuni metodi, in particolare installando una pianta vicino alle finestre.

Quale pianta repellente per zanzare dovresti installare vicino alle finestre?

Spesso, per allontanare le zanzare, si sente parlare di citronella. Efficace pianta repellente per zanzare, non è l’unica. Infatti, come riportato Il mio giardino, la mia casa, anche il bergamotto selvatico può essere un alleato contro questi fastidiosi insetti. Se agisce come un potente repellente per zanzare grazie al suo odore di limone, ha il vantaggio di attirare api e farfalle, essenziali per il nostro ecosistema.

Oltre ad essere un formidabile repellente per le zanzare, il bergamotto selvatico è noto per le sue proprietà medicinali. Aiuta a calmare l’ansia, favorire la digestione o calmare i crampi allo stomaco. Viene generalmente consumato sotto forma di infuso, oltre che in cucina, per dare più sapore alle pietanze. Può ad esempio dare un po’ di gusto ai dolci, come le madeleine, le torte o anche la frutta tagliata.

Come mantenere il bergamotto selvatico?

Molto resistente al freddo, il bergamotto selvatico cresce rapidamente e prospera anche in pieno sole. Un’altra buona notizia è che è molto facile da mantenere e si adatta a tutti i terreni, anche quando cresce in vaso. I suoi fiori compaiono all’inizio di giugno e cominciano a sbiadire alla fine di luglio.

credito fotografico: Shutterstock

Nella maggior parte dei casi, il bergamotto selvatico preferisce il terreno umido. Se la tua non lo è, è necessario annaffiarla regolarmente, preferibilmente alla radice e non alle foglie. In piena estate è consigliabile annaffiare le piante molto presto la mattina, e per questa pianta due volte a settimana. L’acqua migliore da utilizzare? Acqua piovana o acqua distillata, che contengono meno calcare dell’acqua del rubinetto. Inoltre, è consigliabile potare il bergamotto selvatico in primavera o all’inizio dell’estate.

Quali altre piante respingono le zanzare?

Oltre alla citronella e al bergamotto selvatico, altre piante sono repellenti per le zanzare, a cominciare dal tabacco ornamentale. Riconoscibile dal suo odore, questa pianta respinge questi insetti. Questo è anche il caso della lavanda, che attira farfalle, api e bombi, così come della menta piperita.

Il rosmarino, noto come erba aromatica ampiamente utilizzata in cucina, agisce anche come potente repellente per le zanzare. Lo stesso vale per il basilico, in particolare il basilico santo al limone. In generale, gli odori di limone respingono questi insetti.

-

PREV StreetNav: un GPS che tiene conto (piuttosto bene) delle situazioni di disabilità – Face Face
NEXT Attenzione a un difetto sulle pipette Doliprane per bambini, avverte l’ANSM