Dopo la nascita del suo primo figlio, inizia ad avere terribili allucinazioni

Dopo la nascita del suo primo figlio, inizia ad avere terribili allucinazioni
Dopo la nascita del suo primo figlio, inizia ad avere terribili allucinazioni
-

Ailania non riconosceva più il suo bambino. Questo episodio, lungi dall’essere isolato, si è ripetuto più volte. Viveva in uno stato permanente di ansia e paranoia, spiega Lo specchio. Insonnia, pensieri invadenti e incontrollabili, comportamenti compulsivi e allucinazioni uditive erano diventati la sua vita quotidiana. “Mi sentivo come se vivessi in un costante stato di panico e paranoia“, confida.

Questo periodo è stato un vero incubo per la giovane madre. Non capendo cosa le stesse accadendo, pensò addirittura al peggio. “Non sapevo cosa mi stesse succedendo, ma Volevo morire. Il mio cuore batteva continuamente perché Mi sentivo come se vivessi nella paura. e che non potevo spegnere i pensieri che mi attraversavano la testa.

Postpartum: un periodo rischioso per tutte le giovani mamme

La vicenda di Ailania purtroppo non è un caso isolato. Dopo la nascita di un figlio, un periodo di fragilità psicologica può colpire le giovani mamme. Parliamo quindi del periodo postpartum.. Se è frequente avvertire un calo di morale e di stanchezza durante i primi giorni dopo il parto, si parla di “baby blues“.

Tuttavia, in alcuni casi, possono manifestarsi disturbi psicologici più gravi. Secondo l’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica, il baby blues colpisce approssimativamente Il 50% delle donne dopo il parto. Fortunatamente, questi sintomi di solito scompaiono da soli nel giro di pochi giorni. D’altra parte, la psicosi postpartum lo è una rara malattia mentaleche colpisce circa 1-2 donne ogni 1.000 parti.

Quali sono i sintomi della psicosi postpartum? E come trattare questa malattia?

La psicosi postpartum è un’emergenza medica. In genere viene dichiarato nei giorni o nelle settimane successivi al parto, ma può verificarsi fino a un anno dopo la nascita. I sintomi possono essere molteplici e variare da una donna all’altra. Troviamo molto spesso allucinazioni (visive o uditive), deliri (credenze ancorate alla falsa realtà), agitazione, disturbi del sonno e dell’umore (depressione o euforia), nonchédifficoltà a prendersi cura di te e del tuo bambino.

È essenziale un’assistenza medica rapida e adeguata. Il trattamento si basa principalmente su una combinazione di farmaci antipsicotici e supporto psicologico.

Vuole rompere il silenzio attorno a questa malattia

Oggi, mamma di due figli, Ailania desidera rompere il silenzio sulla psicosi postpartum. Condividendo la sua storia, spera di incoraggiare le donne che potrebbero essere affette da questo disturbo a cercare aiuto.

Organizza anche raccolte fondi per sostenere le associazioni che lavorano per la salute mentale delle mamme. Il suo messaggio è chiaro: Di fronte a sintomi insoliti e preoccupanti, non esitate a consultare un medico o un professionista della salute mentale. Il trattamento precoce consente una prognosi migliore e un ritorno più sereno al reparto maternità.

-

PREV La cura del cancro basata sulle risorse, compresi i problemi sanitari coesistenti di HIV e cancro, sarà affrontata alla conferenza di Nairobi
NEXT Il numero di ore di sport necessarie per mantenere una buona salute mentale