Sébastien Loctin, attore e attivista biologico

Sébastien Loctin, attore e attivista biologico
Sébastien Loctin, attore e attivista biologico
-

I nonni di Sébastien Loctin erano agricoltori, pasticceri e ristoratori. “Sono cresciuto a Lione. Abbiamo sempre mangiato molto bene”, ammette l’uomo che ha creato Biofuture nel 2009, dopo aver lavorato come dirigente nel settore alimentare. L’azienda da lui fondata è specializzata in oli, condimenti per insalata e salse. Questi prodotti sono venduti con due marchi biologici: Quintesens nei negozi biologici e .nod nei supermercati. “Nessuno sa che il 90% degli oli, escluso l’olio d’oliva, sono oli chimicamente raffinati. Si tratta di prodotti ultralavorati. Dobbiamo uscirne ed eliminare anche tutto l’olio d’oliva che genera carenze. Il grasso è un argomento importante. È il costituente di tutte le nostre cellule, dei nostri organi. Se ho voluto iniziare dagli oli è perché si tratta di una questione di salute pubblica», insiste Sébastien Loctin.

Lui stesso mangia biologico da 20 anni e lo afferma. “Quando sento la gente che mi dice “mangiate biologico, è austero”, io dico “ragazzi, non capite niente. Mi diverto, cucino. Scelgo semplicemente di non mettere più pesticidi e additivi nel mio piatto, perché rispetto il mio corpo e quello dei miei figli”. »

Non è il prezzo che blocca

Per Sébastien Loctin la questione del prezzo non regge. “Penso che dovresti stare attento quando un prodotto non è costoso. Per nutrire la popolazione, devi pagare un contadino che si è preso il tempo di coltivare materie prime, raccoglierle e inviarle alla lavorazione. I prodotti vengono poi confezionati e commercializzati. Questo è il vero prezzo del cibo! »

Anche il prezzo, secondo lui, è un argomento falso. “Se le persone che hanno i mezzi mangiassero biologico, avremmo una quota di mercato dal 15 al 20%. Comunque siamo al 6%! Cosa sta bloccando? Non è il prezzo. I consumatori che hanno i mezzi hanno l’enorme possibilità di poter cambiare il mondo, la nostra agricoltura, il nostro cibo e la loro salute. È magnifico. Devono usare questo potere! » insiste Sébastien Loctin che precisa che 10 anni fa, “i primi consumatori dei negozi biologici erano agricoltori e insegnanti scolastici”. È, secondo Sébastien Loctin, un vero e proprio oggetto di pedagogia.

Sébastien Loctin è, per quanto lo riguarda, un imprenditore impegnato che vuole fare la sua parte: “Il cibo è una leva straordinaria per riportare la salute nei piatti delle persone, la salute nella natura, il lavoro nelle nostre vite contadine. È fantastico ! »

È anche il fondatore del collettivo En Vérité, che si batte per la trasparenza alimentare.

-

PREV Ho venduto il latte materno su internet e a rispondermi sono stati soprattutto gli uomini
NEXT Aperto all’ospedale universitario di Amiens un consulto “patologie pediatriche e pesticidi”.