Cancro: due giorni di prevenzione e solidarietà al CHM

Cancro: due giorni di prevenzione e solidarietà al CHM
Descriptive text here
-

Da due anni l’Associazione Cancer Caregiver (ASCA) organizza azioni di prevenzione e solidarietà a favore dei malati di cancro. Martedì 2 e mercoledì 3 aprile 2024, dalle 8:30 alle 14:00, i rappresentanti dell’ASCA e i membri dell’équipe mobile di cure palliative si mobilitano per sensibilizzare l’opinione pubblica e trasmettere messaggi preventivi sul cancro.

In alcuni prodotti cosmetici, come i deodoranti, sono presenti sali di alluminio. Attualmente, nonostante siano sospettati di favorire lo sviluppo del cancro, non sono ufficialmente considerati un fattore di rischio.

“È difficile far capire cos’è il cancro (…) Con i giochi attiriamo tanto i bambini quanto gli adulti. Questo ci permette di eliminare i tabù e di aiutare a comprendere cose complicate con immagini e parole semplici”, ha dichiarato Anrifia Ali Hamadi, assistenza medica e amministrativa del CHM e presidente dell’ACSA di Mayotte. Su questo stand all’ingresso principale del CHM sono state posizionate sul tavolo diverse cornici con immagini. L’obiettivo è interrogare il pubblico, chiedendogli se il tema dell’immagine corrisponde ad una “idea ricevuta” o ad un “fattore di rischio” per il cancro. La nostra redazione è entrata in pubblico per effettuare questo test.

” Risposta esatta ! » ha dichiarato il presidente dell’ACSA, prima di proseguire: «Una cattiva alimentazione, la mancanza di attività sportiva, così come il tabacco, sono fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro nella vita. » D’altra parte, i telefoni, i forni a microonde e perfino i deodoranti sono in questa fase solo idee preconcette, finché gli studi non hanno dimostrato formalmente un nesso causale tra questi oggetti e lo sviluppo del cancro.

Sostenere i pazienti ricoverati al CHM e fuggiti alla Reunion

ASCA, CHM, cancro, prevenzione,
Nel 2023 in Francia sono stati registrati 433.136 tumori.

Per raccogliere fondi a favore dei malati di cancro, ASCA ha organizzato una doppia raccolta. Il pubblico può così donare soldi all’associazione in cambio di un pacchetto sorpresa: “Le borse sorpresa sono offerte a 30 euro per gli adulti e 20 euro per i bambini. Ci siamo assicurati che piacessero alle persone, in modo che questo regalo andasse in entrambe le direzioni. » Ma l’associazione incoraggia anche il pubblico a donare prodotti alimentari non deperibili, come riso, pasta, scatolette di cibo, ecc. Questi fondi mirano a migliorare la vita quotidiana dei pazienti ricoverati al CHM e dei pazienti in cura a Reunion, in strutture di accoglienza, come la casa-clinica Sainte Clotilde o la Casa dei Genitori dell’Oceano Indiano. “È importante che i pazienti vedano che siamo lì per loro, anche se sono fuggiti nell’isola della Riunione”, ha dichiarato il presidente dell’ASCA. Nel 2023 l’associazione aveva raccolto 3.000 euro.

Supporto a cavallo di due dipartimenti

CHM, EVASAN, Mayotte
I “tumori” rappresentano il 19% delle evacuazioni sanitarie nel 2020 (panoramica sanitaria ARS 2023)

Per la cura del cancro, anche se alcuni pazienti possono sottoporsi alla chemioterapia a Mayotte, la maggior parte dei pazienti viene poi trasferita in strutture sanitarie a Reunion. “Alcuni pazienti vengono evacuati direttamente, altri possono fare la chemioterapia a Mayotte e poi partire per la Riunione, la partenza può essere effettuata molto rapidamente”, ha commentato il presidente dell’ASCA. Queste evacuazioni mediche possono essere così improvvise che le équipe distribuiscono regolarmente un kit igienico con articoli da toeletta per i pazienti che potrebbero non aver avuto il tempo di tornare a casa o di raccogliere alcuni dei loro effetti personali prima di partire. Come ha dichiarato lo scorso marzo la Dott.ssa Ransay-Colle in merito alla gestione del cancro al seno, “daPoiché abbiamo il sospetto di un cancro, esauriremo rapidamente le nostre competenze per caratterizzare e gestire questo cancro (…) molto spesso siamo costretti a indirizzare i pazienti alla Reunion. »

Ma i malati di cancro a Mayotte possono beneficiare anche del sostegno e delle cure forniti da un’équipe mobile di supporto alle cure palliative (EMASP), la cui forza è quella di recarsi direttamente al capezzale del paziente al CHM, in altre strutture o direttamente a casa. Questa équipe multidisciplinare, composta da medici, infermieri, badanti, uno psicologo, un referente religioso e culturale, un assistente sociale, un responsabile del servizio, una segretaria e un logista, consente in particolare di supportare il paziente nelle diverse fasi della sua malattia permettendo loro di restare a casa, circondati dai loro cari. Nel 2022, più di 500 pazienti sono stati trattati dall’EMASP.

Matilde Hangard

-

PREV Ecco come ridurre il rischio di ipertensione – e bastano solo 31 minuti al giorno!
NEXT Un cardiologo ha processato in appello per stupro e violenza sessuale su giovani pazienti