Israele e Hamas in guerra, giorno 277 | Nuovo sciopero nelle scuole, 29 morti, attese trattative a Doha

-

Ventinove palestinesi sono stati uccisi martedì in uno sciopero contro una scuola che ospitava sfollati nel sud di Gaza, ha detto Hamas, accusando Israele, nel momento in cui le truppe israeliane sono impegnate in una grande offensiva nel nord del territorio.


Inserito alle 6:48

Aggiornato alle 16:47



Inserendo i suoi 10e Da mesi la guerra non trova tregua mentre in Qatar si attendono nuove trattative per cercare di arrivare ad un cessate il fuoco legato alla liberazione degli ostaggi detenuti a Gaza.

Questi ostaggi sono stati rapiti durante un attacco senza precedenti di Hamas contro Israele il 7 ottobre, al quale Israele ha risposto lanciando un’offensiva su larga scala nella Striscia di Gaza, dove il movimento islamico palestinese ha preso il potere nel 2007.

“Un attacco ha preso di mira la porta della scuola Al-Awda ad Abassan, a est di Khan Younes (sud). Ci sono stati 29 martiri”, ha detto una fonte medica presso l’ospedale Nasser della città.

Hamas ha accusato Israele, riportando lo stesso bilancio delle vittime: 29, “per lo più bambini e donne”.

FOTO BASHAR TALEB, AGENCE FRANCE-PRESSE

Un soccorritore trasporta un bambino ferito al pronto soccorso dell’ospedale Nassr a Khan Younes, nel sud della Striscia di Gaza, il 9 luglio 2024.

“Questo massacro è la continuazione del crimine di genocidio che l’esercito occupante ha lanciato contro il nostro popolo il 10e mese consecutivo”, ha affermato l’ufficio stampa del movimento islamista.

Interrogato dall’AFP, l’esercito israeliano ha detto che sta verificando le informazioni su questo attacco, il quarto a colpire una scuola in altrettanti giorni nella Striscia di Gaza, devastata dai bombardamenti e minacciata di carestia.

Altre tre scuole che ospitano sfollati sono state colpite da sabato da bombardamenti israeliani che hanno provocato almeno 20 morti secondo fonti palestinesi. In questi tre casi, l’esercito ha affermato di aver preso di mira “terroristi”, dopo aver accusato Hamas di “utilizzare i residenti come scudi umani”.

Nel nord del territorio, le truppe israeliane hanno bombardato Gaza City via aria e via terra, nel corso di una nuova grande offensiva contro Hamas, considerata un’organizzazione terroristica da Israele, Unione Europea e Stati Uniti.

Si tratta dei “combattimenti più intensi degli ultimi mesi”, ha detto Hamas, che Israele ha promesso di distruggere dopo l’attacco del 7 ottobre.

Il 27 giugno, l’esercito ha lanciato un’operazione di terra a Shujaiya, a est di Gaza City, prima di estenderla lunedì ai quartieri centrali, dove “decine di migliaia di persone”, secondo l’ONU, sono state chiamate all’evacuazione dalle autorità esercito.

FOTO OMAR AL-QATTAA, AGENCE FRANCE-PRESSE

Un uomo passa davanti a un edificio bruciato nel distretto di Tuffah, a est di Gaza City.

“Dove dovremmo andare?” »

A piedi, in auto o in furgoni, i palestinesi, soprattutto donne e bambini, sono fuggiti con pochi averi.

“Siamo stati trasferiti a Daraj [quartier de Gaza]poi all’ospedale di al-Chifa, poi al quartier generale del ministero, e ora siamo fuggiti dal quartiere di al-Tuffah [à Gaza] ! Dove dovremmo andare? “, esclama Oum Nimr al-Jamal. “Abbiamo corso per salvarci la vita, senza prendere nulla. »

FOTO ABDEL KAREEM HANA, ARCHIVI ASSOCIATED PRESS

I palestinesi assistono alle conseguenze dell’attacco israeliano a una scuola gestita dalle Nazioni Unite che ha ucciso decine di persone nel campo profughi di Nusseirat giovedì 6 giugno 2024.

“Abbiamo di nuovo circa 350.000 persone sulle strade. E dall’inizio della guerra, quasi tutti a Gaza sono stati sfollati una, due, tre, quattro o cinque volte, il che dimostra che “non esiste assolutamente alcun posto sicuro” nel territorio, ha dichiarato il capo dell’ONU agenzia per i rifugiati palestinesi (UNRWA), Philippe Lazzarini.

“Campagna di carestia”

A Ginevra, dieci esperti indipendenti delle Nazioni Unite hanno accusato Israele di condurre una “campagna di fame” a Gaza, che secondo loro sta portando alla morte di bambini. “La campagna di fame intenzionale e mirata di Israele contro il popolo palestinese è una forma di violenza genocida e ha provocato la carestia in tutta la Striscia di Gaza. »

FOTO NALINI LEPETIT-CHELLA, AFP

Distribuzione della popolazione della Striscia di Gaza per livello di insicurezza alimentare, secondo i dati IPC pubblicati il ​​25 giugno 2024

Accuse respinte dalla missione israeliana all’ONU a Ginevra.

Il 7 ottobre Hamas ha lanciato un attacco nel sud di Israele che ha provocato la morte di 1.195 persone, per lo più civili, secondo un conteggio dell’AFP basato su dati ufficiali. Delle 251 persone rapite, 116 sono ancora detenute a Gaza, 42 delle quali sono morte, secondo l’esercito.

Secondo il Ministero della Sanità del governo di Gaza guidato da Hamas, l’offensiva di ritorsione israeliana a Gaza ha finora causato la morte di 38.243 persone, per la maggior parte civili.

“Distruttore del Libano”

Dopo mesi di trattative infruttuose per un cessate il fuoco, una fonte vicina ai colloqui ha indicato che mercoledì sarebbero attesi a Doha i capi della CIA e dei servizi segreti israeliani.

Israele e Hamas hanno continuato a segnalare divergenze dopo che il movimento palestinese ha dichiarato, secondo un funzionario, che non richiederà più un cessate il fuoco permanente prima di qualsiasi negoziato sul rilascio degli ostaggi.

Hamas deve partecipare ai prossimi negoziati, ha detto un funzionario del gruppo.

Israele afferma di voler continuare la guerra finché Hamas non sarà distrutto.

Sul fronte settentrionale di Israele, la polizia israeliana ha annunciato la morte di due persone sul Golan occupato da Israele, bersaglio dei razzi lanciati dal Libano.

Negli ultimi giorni si sono intensificati gli scontri a fuoco tra Israele e gli Hezbollah libanesi.

“Nasrallah, se non fermi le minacce e la violenza […] sarai considerato il distruttore del Libano”, ha lanciato il ministro degli Esteri israeliano, Israel Katz, rivolgendosi al leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah.

-

PREV Grazie per le “mie” cognate! | Il giornale di Montreal
NEXT Elezioni presidenziali del 2024 negli Stati Uniti: Donald Trump resta molto indietro rispetto ai dibattiti sulla salute di Joe Biden