per Gabriel Attal, una possibile “Assemblea Plurale” dipenderà “dalla nostra capacità di fare le cose in modo diverso da tutto ciò che è stato fatto prima”

per Gabriel Attal, una possibile “Assemblea Plurale” dipenderà “dalla nostra capacità di fare le cose in modo diverso da tutto ciò che è stato fatto prima”
per Gabriel Attal, una possibile “Assemblea Plurale” dipenderà “dalla nostra capacità di fare le cose in modo diverso da tutto ciò che è stato fatto prima”
-

La candidata della RN Marie Dauchy aggredita in Savoia: un commerciante in custodia di polizia, una fonte giudiziaria evoca “un alterco più che un attacco selvaggio”

Sappiamo qualcosa di più sull’aggressione a Marie Dauchy e ad una sua collaboratrice, denunciata questa mattina su X da questo candidato del Raggruppamento Nazionale (RN) nel 3e collegio elettorale della Savoia.

Secondo una fonte giudiziaria contattata da Il mondoMMe Dauchy e un attivista della RN sono venuti a distribuire volantini questo mercoledì mattina, durante il mercato settimanale, davanti al negozio di un commerciante a La Rochette che apparentemente difende il popolo palestinese – sulla sua facciata è presente una grande bandiera –, il che non lo ha fatto. per favore quest’ultimo. Sarebbero state lanciate invettive, il candidato e l’attivista sarebbero stati spinti, forse presi a calci, e anche i loro volantini sarebbero caduti a terra.

I fatti non sono ancora esattamente accertati, ma secondo questa fonte “siamo più in mezzo ad un alterco che ad un attacco selvaggio”. Un’altra persona sarebbe stata presente durante questi eventi, ma il suo ruolo non è stato stabilito.

Secondo la stessa fonte giudiziaria, sarebbe stato il medico curante di Marie Dauchy a firmare il certificato medico attestante il numero di giorni di interruzione temporanea del lavoro per la candidata, a otto. Si prevede che MMe Dauchy viene riesaminato da un medico legale.

In un comunicato stampa, il pubblico ministero di Chambéry, Pierre-Yves Michau, lo precisa “secondo i termini della denuncia presentata dal MMe Dauchy, [l’individu mis en cause] l’avrebbe minacciata di morte in più occasioni e tentato di strapparle con la violenza i volantini che teneva tra le mani (…) ; avrebbe inoltre fatto cadere a terra per due volte il cellulare dell’assistente di MMe Dauchy, che stava cercando di registrare la scena”.

Il pubblico ministero aggiunge che il commerciante si è presentato alla gendarmeria ed è stato preso in custodia, ammettendo di aver insultato M.Me Dauchy e ha tentato di carpirgli i volantini, ma ha contestato le minacce di morte. L’indagine continua.

In un comunicato stampa, Emilie Bonnivard, avversaria (Les Républicains) di Marie Dauchy al secondo turno, ha condannato questo alterco e “Questa violenza contro i funzionari eletti piace [elle l’a] sempre fatto». “La democrazia è indebolita da questo comportamentoaggiunge. In ogni circostanza, la persona umana deve essere rispettata. »

MMe Dauchy aveva informato X che a causa dell’incidente avrebbe sospeso la sua campagna. Erano previsti due dibattiti tra i candidati, oggi e domani, sulle televisioni locali. In ogni caso non avranno luogo.

Fanny Hardy (Lione, corrispondenza)

-

PREV “Ha fatto appena in tempo ad andare a gridare di uscire prestissimo”: una casa crolla all’improvviso nel cuore di un villaggio
NEXT due sospettati incriminati e incarcerati